Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

20 anni di BALLET ART DI Simona Dipierri. Sabato 30 al Teatro De Filippo di Agropoli lo spettacolo per celebrare il traguardo

28/06/2018

Millenovecento novantotto, duemila diciotto. Sono passati esattamente 20 anni da quando in via Licinella, a
Paestum, si alzava la saracinesca su una scuola che avrebbe radunato tantissimi giovani appassionati di danza che in quella
sala avrebbero sudato, imparato e accresciuto il proprio bagaglio professionale ed emozionale. Oggi è tempo di celebrazioni e
bilanci.
Sabato 30 giugno (alle 19) presso il Teatro De Filippo di Agropoli scocca l’ora dello spettacolo per il ventennale del Ballet Art
di Simona Dipierri, una festa tra musiche classiche e moderne per raccontare il “giovane” traguardo della scuola, null’altro che
uno step dell’intera famiglia di allievi ed insegnanti, direttrice artistica capofila. «Quando decisi di intraprendere questa strada,
nonostante fossi poco più che ventenne, avevo le idee molto chiare – racconta la Dipierri - volevo trasmettere il mio bagaglio a
chi avrebbe varcato la soglia della mia scuola, dal più piccolo al più grande. Allora, lo devo ammettere, fu un salto nel buio, oggi
posso dire che il mio istinto mi ha dato ragione».
Ballerina, coreografa e docente salernitana dal curriculum lunghissimo, pieno zeppo di palcoscenici ed esperienze
all’estero (vinse una borsa di studio presso lo Steps Studio di New York) la Dipierri ha speso la sua vita per la danza, ma
assicura di voler raccontare e tradurre in passi ancora tante storie. Gli allievi in scena quest’anno sono una sessantina, tre le
licenziande, tutte giovanissime e fiduciose che il loro attesissimo pas de deux sia un trampolino di lancio, nella speranza che il
mondo dello spettacolo le accolga.
Emily Laoreana danzerà in coppia con il professionista Simone Liguori interpretando rispettivamente il ruolo di Medora e
Conrad in “Le Corsaire”, dal grande repertorio classico, Martina Pinto, con il ballerino ospite Marco Protano, interpreterà la
più dolce delle bambole fedeli a Tersicore, “Coppelia”, infine lo spettacolo condurrà lo spettatore nel palazzo del Rajah per i
festeggiamenti del fidanzamento di Solor, interpretato dal professionista Ferdinando De Filippo, con Gamzatti, Filomena
Longarzo.
Le stesse, insieme a tutta la scuola (dai corsi propedeutici ai professionali) danzeranno anche “Le Fiamme di Parigi”, una
riduzione in quattro quadri per raccontare l’atmosfera, tra amore e libertà, spirito rivoluzionario e passione, alla vigilia della
rivoluzione francese.
E poi la danza moderna, un viaggio tra modern, hip hop, video dance, contemporaneo e break in un’escalation di ritmo e note
che condurrà al gran finale. Parentesi baby con “Ballerina” e infine spazio ad “Umana Commedia”, la nuova creazione di
Simona Dipierri per il suo corpo di ballo in cui la danza si uniforma con la vita, nel suo andare in scena tra realtà e verità. Nel
mezzo anche un momento amarcord che, ripescando nei 20 anni di Ballet Art, riproporrà uno dei lavori coreografici più
apprezzati ed applauditi in questo lasso di tempo: Narcotango. Profumo rosso dell’amore, rojo della passione, paura della
perversione, la famosa performance cercherà di raccontare nuovamente quella lingua che oltrepassa i confini della terra che l’ha
partorita, l’Argentina, per testimoniare che le radici del tango appartengono all’intero pianeta, che i suoi ritmi e le sue melodie non
sono autoctone come non lo sono i sentimenti che lo animano.
Dopo lo spettacolo di giugno non scoccherà certo l’ora delle ferie. Gli allievi più grandi della scuola, che da anni è centro di
formazione, unica sede in Campania, de “La Potenza della Danza” WDA Europe ideato dal celebre danzatore e coreografo
statunitense Joseph Fontano con Amedeo Iagulli (tra l’altro figlio artistico della Dipierri) saranno impegnati in “Celebration”, la
creazione della direttrice ideata ad hoc sempre per il ventennale di Ballet Art. L’appuntamento è già fissato per il 23 agosto al
Castello Angioino Aragonese di Agropoli. E poi stage estivi, partecipazioni ad eventi e spettacoli, per poi riprendere, come se
il tempo non si fosse mai fermato, a settembre, con i nuovi corsi e le nuove lezioni alla sbarra.
In cabina regia sempre e solo lei, Simona Dipierri, al suo fianco una squadra preziosa di collaboratori ed insegnanti, ognuno dei
quali, con la sua peculiarità, offre da anni il suo contribuito artistico alla scuola: Martina Pastena (corsi propedeutici e medi di
danza classica e moderna), Jesus Guia (hip hop), Davide Raimondo (video dance), Oreste Chiancone (pilates), Danilo Rabaioli
(break dance) Annabella Petillo (tirocinante) Milena Di Nardo (repertorio classico) e Damiano Bisozzi (modern).

INFO UTILI Lo spettacolo avrà inizio alle 19. L’ingresso è ad invito, presenta Gaetano Stella.

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Solidarietà, D’Avenia: “Acquistate nuove mascherine grazie al successo del crowfunding lanciato dal Centro Studi Super Sud”

Nella difficile battaglia contro il contagio da Coronavirus ogni contributo fatto con entusiasmo ha un valore enorme. Ne è la prova il crowfunding lanciato dal Centro...

Salvatore Parisi, Coordinatore regionale Anffas Campania, smentisce la notizia di FP Cgil Salerno: “Siamo già titolari di un nostro contratto rinnovat

Nella giornata di ieri è stata veicolata la notizia da parte di FP Cgil Salerno in cui si è appresa la positiva notizia inerente l’avvio della consultazione...

Famiglie e giovani, D’Avenia: “Garantiamo un futuro migliore attraverso sostegni familiari. Aboliamo il bollo sulla prima auto e investiamo sul protag

L’emergenza sanitaria, legata alla pandemia da Covid-19, ha creato non poche difficoltà alle famiglie italiane che si sono trovate a fronteggiare questioni...

Turismo in Campania, D’Avenia: “Nell’era post Covid, rilanciamo l’economia locale attraverso le bellezze del nostro territorio”

L’approssimarsi dell’estate pone inevitabilmente dinanzi ad un bivio tortuoso creatosi dal Covid-19: la riapertura del turismo.Il turismo, come si puo’...

Servizio ai trasporti per persone con disabilità: è ancora guerra tra Fondazione Salernum Anffas Onlus e i Comuni dell’Agro Nocerino Sarnese e dell’Ir

Una vera e propria guerra che non riesce a vedere la parola fine quella che sta combattendo da mesi Fondazione Salernum Anffas Onlus per il riconoscimento del servizio ai...

Il nuovo singolo di Francesco Key B è featuring con il celebre cantante partenopeo Raffaello

Dopo diversi brani già all’attivo, che lo hanno visto come un vero e proprio mago del recupero musicale partenopeo, Francesco Key B, all’anagrafe Francesco...

Alla Villa Cortese di Terzigno casting di moda, cinema e musica il 20 giugno promosso da Mondo Eventi Campania

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO
 
Dopo il lungo periodo di quarantena per l’emergenza Coronavirus che ha bloccato forzatamente le principali attività produttive,...

Famiglie bisognose in Campania, D’Avenia: “Serve una strategia per lo sviluppo economico e sociale del nostro territorio”

A quasi un mese dall’inizio della Fase 2, è tempo per l’Italia fare i conti con i contraccolpi economici della pandemia di Covid-19.Come già indicato...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante