Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

Intervista ai 5 senatori accademici: Marra, Gaeta, Bottiglieri, Passaro e Lorusso

17/05/2015

Il Senato Accademico determina la politica e gli indirizzi culturali e scientifici dell'Università e contribuisce a elaborare la programmazione strategica dell'Ateneo; esercita funzioni normative, propolsive, consultive, di coordinamento e di controllo delle attività dell'Ateneo nel campo della ricerca e della didattica. 5 sono i rappresentanti che gli studenti devono eleggere. Dalla elezioni svoltesi il 6 e 7 maggio presso l'Università Degli Studi di Salerno sono stati eletti come senatori accademici: Area Umanistica Francesco Marra con 1539 voti (Laboratorio Unisa), Giovanni Gaeta con 1461 voti (Futuagorà), Area Scientifica Angelo Lorusso con 1847 voti (Polo scientifico), Mario Passaro con 839 voti (Polo scientifico), Luigi Bottiglieri con 834 voti (Polo scientifico).
Abbiamo intervistato i 4 senatori accademici, riportiamo le loro dichiarazioni.


Francesco Marra di Laboratorio Unisa
- Ti sei presentato per la lista Laboratorio Unisa, raccontaci in sintesi quali sono gli obiettivi principali che intendi portare avanti ora che sei diventato senatore accademico.
"Porto avanti un unico e semplice obiettivo: dare voce agli studenti all'interno del Senato accademico. Credo che rappresentanza significhi tutelare gli interessi degli studenti. Diversi sono i temi da affrontare insieme con tutti i colleghi che mi accompagneranno in questi due anni di mandato.
Uno che mi sta molto a cuore è il collegamento tra Unisa e territorio. Dobbiamo essere bravi a creare una fitta rete tra le istituzioni al fine di rendere la formazione degli studenti sempre più adeguata alle esigenze territoriali."
-Qual è il motivo che ti ha spinto a candidarti a queste elezioni?
"Vengo da un percorso di rappresentanza che va avanti da oltre due anni, credo nel potere di autodeterminazione degli studenti. Quando mi è stato chiesto la disponibilità alla candidatura non ho esitato a rispondere positivamente."
- Ti aspettavi la vittoria a queste elezioni?
"Parlando con gli amici della mia candidatura ho sentito subito un sentimento di unione e di fiducia intorno a me. Ero ben conscio del lavoro svolto e delle persone che credevano nel nostro progetto, quindi ero fiducioso del fatto che si potesse superare nel migliore dei modi la sfida alle urne."


Giovanni Gaeta di Futuragorà
- Ti sei presentato per la lista FuturAgorà, descrivici il tuo programma e gli obiettivi che intendi portare avanti ora che sei senatore accademico.
"Si, mi sono presentato in quella lista perchè si tratta di un progetto che andava avanti da tempo, sono già stato Consigliere di Dipartimento negli scorsi due anni e ciò mi ha permesso di sviluppare delle competenze per poter affrontare e risolvere i problemi. Molte sono state le iniziative significative svolte a favore degli studenti ma questo non basta perchè ci troviamo sempre a confrontarci con la realtà e i problemi che insorgono quotidianamente, c'è bisogno dunque di tanta competenza e determinazione. Il mio programma prevede: l'internazionalizzazione, con l'istituzione di corsi di Inglese Giuridico ed Economico e non solo, a una migliore integrazione e accoglienza per gli studenti Erasmus; per la Didattica, snellimento dei carichi didattici con l'Abolizione delle parti speciali laddove ci siano, l'uniformazione dei programmi in riferimento alla richiesta del mercato del lavoro introducendo dei laboratori giuridici Pratici per migliorare le nostre competenze; per il part-time, aumentare il numero degli studenti che possano usufruire di questa opportunita però migliorandone le capacità produttive."
- Qual è stato il motivo che ti ha spinto a candidarti?
"Da sempre mi prodico per le attività sociali, sin dal liceo dove ero rappresentante del mio istituto. Ho poi continuato a farlo all'università riscontrando numerosi successi per aver ottenuto diversi cambiamenti a favore degli studenti, uscendo così da un sistema paludoso. Ho constatato che con la competenza e la forte determinazione si puòfare  ma non basta, bisogna perseverare, ecco perchè ho deciso di ricandidarmi in un organo più prestigioso e importante dove si definisce l'intero assetto dell'ateneo."
- Qualche dichiarazione da rilasciare?
"Sì, non basta aver votato, ora tutti gli studenti devono stare vicino ai rappresentanti per dargli potere contrattuale al fine di essere più compatti per farsi valere di più nei contesti in cui si operano le decisioni più importanti."


Luigi Bottiglieri di Polo Scientifico
- Ti sei presentato per la Lista Polo scientifico, parlaci in sintesi della tua associazione, di qual è il vostro programma e quali saranno i punti che porterai avanti ora che sei senatore.
"Il mio percorso viene da una rappresentanza di Dipartimento per gli studenti di Farmacia con l'associazione AISFA Salerno in seguito ai risultati raggiunti e grazie alla collaborazione con le associazioni del Polo Scientifico, si è portato avanti il mio nome per potere rappresentare al meglio gli studenti. Un punto particolare del programma che mi sta particolarmente a cuore è la internazionalizzazione dei corsi di laurea. In un mondo globalizzato la necessità di avere corsi di laurea in inglese è di fondamentale importanza per poter avere un bagaglio culturale completo che possa preparare al meglio lo studente nel momento in cui si inserisce nel mondo del lavoro. Per quanto riguarda la rappresentanza studentesca la carica di senatore è di vitale importanza per migliorare le strutture che rappresentiamo e la squadra venutasi a formare con Angelo Lorusso, Mario Passaro, Giovanni Gaeta, Francesco Marra e me è pronta a ricevere qualunque richiesta che ci verrà sottoposta, perché la rappresentanza è l'unico modo che abbiamo per segnalare e cercare di migliorare il nostro campus."
- Qual è stata la motivazione che ti ha spinto a candidarti?
"La voglia di portare avanti un progetto che ho iniziato all'interno del mio dipartimento e portarla su una realtà più ampia e impegnativa come quella di ateneo."
- Ti aspettavi la vittoria a queste elezioni?
"Grazie al gruppo e alla lista si è raggiunto il risultato, dire che non me l'aspettavo sarebbe scontato ma è solo grazie al lavoro svolto da tutti se ora ho questa carica di rappresentanza."


Mario Passaro di Polo Scientifico
- Ti sei candidato per la lista Polo Scientifico, quali sono i punti e gli obbiettivi che porterai avanti ora che sei senatore accademico?
"Con la lista Polo Scientifico, abbiamo dato vita a un progetto importante che ha l'obiettivo primario di occuparsi del campus a 360 gradi. Per quel che mi riguarda credo che portare avanti al meglio il lavoro svolto dal mio predecessore sia la base da cui partire. Tra i punti più importanti c'è senz altro la questione riguardante le scuole di specializzazione. Per noi studenti di Medicina è fondamentale poter avere un adeguato numero di scuole e di borse di studio, in modo da far crescere l’Azienda ospedaliera universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona e soprattutto valorizzare il patrimonio delle professionalità mediche e universitarie dell’Ospedale salernitano. E' molto complesso, ma parlarne in Senato accademico è la prima strada da intraprendere per portare a termine questa grande battaglia. Oltre a cercare una soluzione definitiva per il miglioramento dei collegamenti tra il campus di Baronissi e l'ospedale, un altro obiettivo è quello di discutere sulle problematiche delle professioni sanitarie, che sono nate da poco e vivono purtroppo alcune situazioni disagiate, visto che i vari corsi di laurea sono dislocati in varie sedi della provincia. Durante la campagna elettorale abbiamo raccolto in un documento tutte le necessità palesateci dagli studenti e, nel più breve tempo possibile, punto a sottoporli all'attenzione del Senato accademico. Anche le mete Erasmus sono da rivedere, magari aggiungendone qualcuna che da tempo viene richiesta dagli studenti, vedi Inghilterra o Scozia. Nel programma c'è anche l'idea dell'inserimento di una cartolibreria presso il campus di Baronissi, che ritengo indispensabile, visto l'aumentato numero di studenti."
- Qual'è il motivo che ti ha spinto a candidarti per queste elezioni?
"Il motivo che mi ha spinto a candidarmi è stata la voglia di mettermi in gioco in un palcoscenico più importante rispetto al consiglio didattico. Per due anni infatti sono stato membro del Consiglio didattico della facoltà di Medicina e Chirurgia e questa è stata un'esperienza che mi ha formato molto e mi ha fatto crescere, tanto da far nascere in me il desiderio di fare un salto di qualità, di confrontarmi con l'ateneo e di prendermi delle responsabilità ancora più grandi, pur di portare avanti le mie idee e quelle del mio gruppo, a cui devo i miei più sentiti ringraziamenti per la fiducia che fin dal primo momento ha riposto in me. E' bello sentirsi un punto di riferimento per gli studenti di un'intera facoltà, ma, farlo con la consapevolezza di avere alle spalle persone speciali, pronte a lavorare e dare tutto per migliorare ed arricchire insieme il proprio percorso di studi, mi rende ancor più orgoglioso di questa scelta."
- Ti aspettavi la vittoria a queste elezioni?
"Dire che mi aspettavo la vittoria elettorale è difficile, perchè purtroppo nella nostra facoltà esistono due associazioni e questo ha portato a una divisione delle preferenze, quando invece sarebbe stato giusto e intelligente presentare un unico candidato al senato accademico per una realtà che è ancora in fase di miglioramento. Ammetto che il lavoro svolto in questi due anni, che ha visto la nostra associazione protagonista di una crescita esponenziale e sempre impegnata in progetti e attività mirati al bene degli studenti, mi ha dato sempre la forza per crederci sin dal primo momento, ma al tempo stesso una situazione del genere ha aumentato l'ansia del risultato e forse mi ha spinto a lavorare ancor di più, soprattutto in campagna elettorale, per far apprezzare il nostro programma e la forza del nostro gruppo. Tutto questo ha reso dunque il risultato finale ancor più bello e gratificante: è stata la vittoria di un collettivo, che ha meritato la fiducia degli studenti e di scelte politiche intelligenti, che hanno portato alla creazione di un progetto e di una coalizione, Polo Scientifico, che sin da subito ha dato l'idea di serietà e di sicurezza dei propri mezzi.
Ora sta a noi dimostrare di essere al posto giusto."


Angelo Lorusso di Polo scientifico
- Ti sei presentato per la Lista Polo scientifico, parlaci  della tua associazione, di quale era il vostro programma e di quali saranno i punti che porterai avanti ora che sei senatore.
"Si, sono stato eletto nella Lista Polo Scientifico, questa lista nasce da un gruppo di associazioni di facoltà che credono molto nella tematicità. Io in particolar modo, sono iscritto all'associazione studentesca StudentIngegneria, con cui ho già avuto modo di essere rappresentante in seno al Dipartimento di Ingegneria Civile.
StudentIngegneria è l’associazione degli studenti di Ingegneria, è democratica, è aperta a tutti gli studenti, si basa sulla collaborazione, sul merito, sulla competenza e opera nell’interesse degli Studenti, per la crescita della Facoltà.
Farò in modo di esportare il modello di rappresentanza applicata da StudentIngegneria in facoltà su tutta la governance d'Ateneo, sapendo le difficoltà che potremmo incontrare viste le esigenze diverse che dovrò affrontare ragionando a dimensione Campus. Ma la sfida ormai è avviata, e ovviamente faremo in modo di portare a casa il maggior numero di risultati positivi, confermando tutto ciò che di buono abbiamo già fatto in facoltà. Quindi, insieme agli altri due eletti al senato nella Lista Polo Scientifico, Mario Passaro e Luigi Bottiglieri, cercheremo di portare a termine tutti i punti del nostro programma elettorale, per completezza ne elenco alcuni, tutti sarebbero molti:
• L’obiettivo principe è di istituire una “Carta della Cittadinanza Universitaria”attraverso la quale ogni studente possa usufruire di alcuni servizi.
• Rendere il Campus vivibile 24h , e 7 giorni su 7, riorganizzando le fasce orarie dei servizi accessori (mensa, trasporti, biblioteche...)
• Potenziare e pubblicizzare i servizi sanitari già presenti all'interno del campus, e l'istituzione di nuovi servizi, come il consultorio.
• Diritto allo Studio: massimizzare la copertura delle borse di studio agli studenti che risultano idonei.
Inoltre il nostro programma contiene molto altro dall'Internazionalizzazione al Placement e Post laurea."
- Qual è stato il motivo che ti ha spinto a candidarti?
"La mia candidatura al Senato Accademico è stata voluta fortemente da tutta l'associazione StudentIngegneria, e questo per me è motivo di orgoglio, sarò sempre grato a tutti i soci."
- Ti aspettavi la vittoria a queste elezioni?
"Dopo il grande lavoro che StudentIngegneria ha portato avanti sulla facoltà, non posso negare che la vittoria era molto attesa, e per fortuna le previsioni si sono avverate, dimostrando di essere una grande squadra, nonchè una famiglia compatta. La dimostrazione è stato proprio il fatto che sulla facoltà tutte le cariche sono state riconosciute al nostro gruppo, e quindi con un pizzico di emozione voglio fare il mio in bocca al lupo a tutti gli eletti nei Consigli didattici, alla facoltà e Consiglio degli studenti, e al mio amico in Consiglio d'amministrazione Domenico Scala. E infine ringraziare tutti coloro che mi hanno e ci hanno sostenuto."

 

Un grande In bocca al Lupo a tutti e 5 i Senatori Accademici confidiamo nel vostro operato.

Anna Toriello - Università - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Ospite della rassegna culinaria “5 Senses Dinner” lo chef stellato Crescenzo Scotti

Nel pieno centro di Salerno, a pochi passi da “Luci d’Artista”, consueta manifestazione natalizia cittadina, torna il terzo appuntamento con la rassegna...

Il valore dell’innovazione nella cultura aziendale: un nuovo modo di fare impresa

Si terrà martedì 26 novembre il seminario “Formazione innovazione e clima aziendale: quali misure a sostegno della competitività aziendale”...

Lo chef stellato Domenico Iavarone ospite al secondo appuntamento della rassegna “5 Senses Dinner”

Il Via Porto Bistrot di Salerno diventa nuovamente palcoscenico di una cena indimenticabile organizzata in occasione della rassegna “5 Senses Dinner” in cui chef...

La stylist Valentina D’Alessandro trasforma Seta atelier in una passerella fatata

Moda, magia e bellezza, saranno questi gli ingredienti del trunk show dell’atelier Seta in cui bellissime modelle sfileranno per presentare i dieci splendidi abiti della...

Il celebre comico televisivo Carmine Faraco ospite alla serata della ANC Salerno

Si terrà venerdì 11 ottobre, presso il Salone dei Genovesi della Camera di Commercio di Salerno, il convegno "La salvaguardia della continuità aziendale ed...

Lo chef stellato Paolo Gramaglia alla rassegna “5 Senses Dinner” di Via Porto Bistrot

E’ tutto pronto per il taglio del nastro della prima edizione di “5 Senses Dinner” organizzata dal “Via Porto Bistrot” di Salerno in cui suoni,...

L’attore Vinicio Marchioni al TEDxSalerno 2019

Il TEDxSalerno torna più prorompente che mai per l’edizione 2019 e giura di essere ancora più esplosivo dello scorso anno grazie a una nuova location, nuovi...

TEDx Salerno 2019: apre la vendita dei ticket per l’edizione “Anomalie”

Dopo la prima edizione dello scorso anno che ha registrato picchi di interesse notevoli, torna in scena l’edizione 2019 del TEDxSalerno organizzata da Wires, associazione...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante