Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

Solo cinque statuette a Salerno: Napoli porta a casa tutto il resto

14/06/2016

C’è più sangue afroamericano nelle crew di Napoli che in quelle del salernitano. La città del Vesuvio sbanca alla prima edizione UrbanArt – Performance Best Crew, il premio dedicato all'emisfero hip hop in scena ieri sera al Dolcevita Italian Discoteque di Pontecagnano per un pubblico gremito che ha toccato la soglia dei 2mila spettatori.
Dei sedici premi in palio solo cinque sono andati a Salerno e provincia. Ma tra questi si cela la speranza per le generazioni (ed edizioni) future. Il premio speciale per la “Crew più giovane” se lo sono aggiudicato i “Minions”, piccoli danzatori sotto i dieci anni formati a pane e hip hop dalla dolce coreografa salernitana Teresa Autuori.
Del territorio premiati anche: Urbankey di Mario Nocera (Salerno), Kiss Monkey e Dusty Monkey di Andrea Veneri (Battipaglia) e la L.A.M Family capitanata da Jesus Guia (Cava dei Tirreni). Grandi applausi anche per i due gruppi ospiti in rappresentanza di altrettante scuole: l’ottavo circolo Don Milani di Salerno e l’Itis Leonardo Da Vinci Santa Maria Capua Vetere (Caserta).
Tutto il resto va alla metropoli partenopea. Vincono: RL e Sconnexion entrambe di Ilaria di Iorio, I’m so special di Michele Cuomo, Aka The Dancer di Salvatore Capasso, Unbox di Giovanni Mauriello, Rage Family di Peppe Pjay Panzieri, Inda Family di Gaetano Porto, il gruppo di Max Balestra, la Crew di Marko Schiavi, Bad Crew di Ilaria Cristiano, Infinity di Enzo Iorio, CK Dance di Alfredo Ruffo (Aversa).
Ma, più in generale è stato un pomeriggio di festa dove l’hip hop e le sue discipline, ovvero il rap, l'arte della manipolazione del giradischi (il Turntablism), il B-Boying (conosciuto anche come Breakdance), ed infine l'arte delle bombolette (l'Aerosol art) l’ha fatta da padrona. Merito anche degli ospiti invitati a partecipare che hanno dimostrato lo spirito sociale di questo linguaggio che accomuna e non divide.
Lo ha testimoniato egregiamente la triade formata da Gigi Soriani, dj, producer e remixer tra i più noti in Italia chiamato a “dirigere” dalla consolle tutte le esibizioni, Fabio Ferro, alias Patto Mc, orgoglio rap tutto salernitano molto noto nella scena underground nazionale, e la special guest della serata, Clementino, che, oltre a premiare le crew vincitrici si è piacevolmente lasciato andare ad una simpatica improvvisazione live insieme ai suoi colleghi. Un’ora e più di concerto che ha “costretto” tutti a fare le ore piccole.
Ideato e diretto da Mario Bobo, in collaborazione con Fabrizia Strano, lo staff conferma le intenzioni future. «Ci auguriamo che Urbanart possa diventare un appuntamento annuale – spiegano – nella speranza di attirare, ogni volta, l’attenzione dei professionisti di settore e contemporaneamente coinvolgere gli amanti di questo mondo dell’intera regione».

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Solidarietà, D’Avenia: “Acquistate nuove mascherine grazie al successo del crowfunding lanciato dal Centro Studi Super Sud”

Nella difficile battaglia contro il contagio da Coronavirus ogni contributo fatto con entusiasmo ha un valore enorme. Ne è la prova il crowfunding lanciato dal Centro...

Salvatore Parisi, Coordinatore regionale Anffas Campania, smentisce la notizia di FP Cgil Salerno: “Siamo già titolari di un nostro contratto rinnovat

Nella giornata di ieri è stata veicolata la notizia da parte di FP Cgil Salerno in cui si è appresa la positiva notizia inerente l’avvio della consultazione...

Famiglie e giovani, D’Avenia: “Garantiamo un futuro migliore attraverso sostegni familiari. Aboliamo il bollo sulla prima auto e investiamo sul protag

L’emergenza sanitaria, legata alla pandemia da Covid-19, ha creato non poche difficoltà alle famiglie italiane che si sono trovate a fronteggiare questioni...

Turismo in Campania, D’Avenia: “Nell’era post Covid, rilanciamo l’economia locale attraverso le bellezze del nostro territorio”

L’approssimarsi dell’estate pone inevitabilmente dinanzi ad un bivio tortuoso creatosi dal Covid-19: la riapertura del turismo.Il turismo, come si puo’...

Servizio ai trasporti per persone con disabilità: è ancora guerra tra Fondazione Salernum Anffas Onlus e i Comuni dell’Agro Nocerino Sarnese e dell’Ir

Una vera e propria guerra che non riesce a vedere la parola fine quella che sta combattendo da mesi Fondazione Salernum Anffas Onlus per il riconoscimento del servizio ai...

Il nuovo singolo di Francesco Key B è featuring con il celebre cantante partenopeo Raffaello

Dopo diversi brani già all’attivo, che lo hanno visto come un vero e proprio mago del recupero musicale partenopeo, Francesco Key B, all’anagrafe Francesco...

Alla Villa Cortese di Terzigno casting di moda, cinema e musica il 20 giugno promosso da Mondo Eventi Campania

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO
 
Dopo il lungo periodo di quarantena per l’emergenza Coronavirus che ha bloccato forzatamente le principali attività produttive,...

Famiglie bisognose in Campania, D’Avenia: “Serve una strategia per lo sviluppo economico e sociale del nostro territorio”

A quasi un mese dall’inizio della Fase 2, è tempo per l’Italia fare i conti con i contraccolpi economici della pandemia di Covid-19.Come già indicato...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante