Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

Lasciate ogni speranza, o voi che studiate

30/03/2014

Se siete stanchi di parafrasare i versi della Divina Commedia di Dante, se siete dispiaciuti per il mancato suicidio di Leopardi o se i Promessi Sposi sono diventati più noiosi di Beautiful, a breve potrete tirare un sospiro di sollievo. Tempo un paio d’anni e non dovrete più studiare nulla di tutto questo. Un nuovo best-seller si sta facendo strada nella nostra letteratura. Ha una trama avvincente che vi terrà con il fiato sospeso fino alla fine: “una sedicenne che non si separa mai dal suo diario torna a Buenos Aires con il papà dopo anni vissuti all’estero. Tra i banchi della scuola Studio 21 incontrerà nuovi amici e il primo amore. Riflessioni e confidenze accompagnano la sua storia dall’arrivo in città fino allo spettacolo scolastico di fine anno in cui dimostrerà tutto il suo talento. Questa è Violetta. E questo è il suo diario.”

Già da questa descrizione, sembra più contorto dei trip mentali di Dante in Paradiso, più emozionante della notte in bianco dell’Innominato.  Cosa direbbe De Sanctis o Croce di questo libro? Forse nemmeno loro potrebbero descriverne appieno la bellezza. Indubbiamente, le figure stilistiche più semplici si riconoscono; eccone un estratto: Angie (n.d.r. zia di Violetta) è anche una tosta, se ha un’opinione la sostiene con convinzione. Violetta vs. Rime: uno a zero.

Ma non si ferma solo a questo. Che best-seller sarebbe senza morale? Tra aforismi e perle di saggezza, colpisce molto “del resto se smetti di sognare, di immaginare il futuro, di desiderare qualcosa, sei morto”. A Violetta la filosofia non le fa un baffo. Altro che Schopenhauer o Hegel, meglio che vadano a nascondersi.

Metafora della nostra vita, spiegazione delle domande esistenziali, non si può non leggerlo.

Ci sarà, infatti, un motivo per cui “Il mio diario. Violetta.” è al terzo posto nella classifica dei libri più venduti dell’Ibs, battuta per poco da “Zero Zero Zero” di Saviano e da “Bianca come il latte. Rossa come il sangue” di D’Avenia. Cos’è la lotta contro la mafia rispetto agli intrallazzi di una sedicenne?

La leucemia non può competere con il talento di Violetta.

Triste ma vero. Questi sono i dati dell’Ibs risalenti alla fine di dicembre e sono a dir poco sconcertanti.

Violetta si è conquistata anche il sedicesimo posto con “Violetta, storia di un successo. Dietro le quinte della serie TV”. Oltre ad attraversare una crisi economica, l’Italia è in piena crisi letteraria. Basti vedere anche le classifiche di qualche tempo fa, con Volo e Moccia che spopolavano tra i ragazzi, e non solo, o con i One Diretcion addirittura primi in classifica.

Probabilmente Dante e Leopardi si stanno rivoltando nella tomba e probabilmente anche noi dovremmo svegliarci. Continuando così, ci ritroveremo a seguire lezioni sui pettegolezzi e i piani di Ludmilla (rivale di Violetta, non dimentichiamoci dell’antagonista!) per rovinare la vita di Violetta. A questo punto, preferisco continuare a studiare Lucia che non si concedeva a Don Rodrigo.

 

Di Elena Morrone dal gionale del Liceo Tasso Kaos

Tag: cultura, scuola,
Elena Morrone - Scuola - - Vai alla Home

Postato da

Elena Morrone

3 articoli finora.
vedi altro...

Altri articoli di questo autore:

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

A Salerno il docufilm “Arcana – La leggenda del Ponte dei Diavoli” del regista Alfonso Della Rocca

Si svolgerà venerdì 18 giugno 2021 alle ore 20.00, presso la chiesa di Santa Margerita (via Santa Margherita - Salerno), la presentazione del docufilm...

Grande successo per la prima edizione di PowWow Fashion Tech Week

Nell’anno più difficile per l’intero settore degli eventi, PowWow Fashion Tech Week ha registrato un grande successo per la sua prima edizione. Non...

La ministra per le disabilità Erika Stefani in visita presso la Fondazione Anffas Salerno “Giovanni Caressa Onlus”

La ministra per le disabilità nel governo Draghi, Erika Stefani, sarà domani in visita presso la Fondazione Anffas Salerno “Giovanni Caressa Onlus”...

Fondazione Anffas Salerno “Giovanni Caressa Onlus” diventa centro vaccinale

Fondazione Anffas Salerno “Giovanni Caressa Onlus” (via Del Tonnazzo, 83 SA) diverrà centro vaccinale destinato, non solo alle persone con disabilità,...

Pow-Wow Fashion Tech Week: il primo evento italiano dedicato alla moda e alle tecnologie applicate

Si terrà dal 18 al 20 maggio Pow-Wow Fashion Tech Week, il primo summit italiano a respiro internazionale sul futuro dell’industria moda e non solo, che si...

Nasce In Basilicata Pow-Wow Fashion Tech Week, il primo summit italiano a respiro internazionale dedicato all’innovazione e alle tecnologia

Organizzato da Heroes S.r.l., la società potentina promotrice tra le altre di “Heroes, meet in Maratea” (goheroes.it), Pow-Wow Fashion Tech Week, che si...

La moda diventa digitale con Pow-Wow Fashion Tech Week 2021

È tutto pronto per Pow-Wow Fashion Tech Week, il primo evento italiano dedicato all’innovazione e alle tecnologie applicate al mondo del fashion, del beauty e del...

Piano vaccini Campania: “Che le persone con disabilità siano la priorità”. L’appello di Fish Campana e Anffas Campania al Presidente Vincenzo De Luca

Grande soddisfazione da parte di Fish Campania e Anffas Campania per la decisione della regione di aver incluso, nella prima fase del piano vaccinale, gli operatori sanitari che...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante