Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

In Time: “Il tempo è denaro” e… vita

01/01/2015

Will Salas: I just want to wake up with more time on my hand than hours in the day.

 

Titolo: In time
Anno: 2011
Regista/Sceneggiatore: Andrew Niccol
Genere: Fantascienza, thriller, azione, drammatico
Attori principali: Justine Timberlake (Will Salas), Amanda Seyfried (Sylvia Weis), Johnny Galecki (Borel), Olivia Wilde (Rachel Salas).


Ci troviamo catapultati nel 2169, in un futuro dove le persone sono programmate geneticamente per vivere fino a 25 anni. Ogni persona ha un timer sul proprio braccio che segna la propria durata vitale e la gestisce proprio piacimento, prestando o donando ore della propria vita ad altri. La particolarità di questo sistema è che il tempo è anche la nuova valuta, il quale possono aggiungerlo o toglierlo alla durata minima dei 25 anni. Siamo all’interno di un mondo in cui da una parte si favoriscono i ricchi che, ovviamente, possono vivere tendenzialmente in eterno avendo una paga altissima. Dall’altra i poveri si guadagnano da vivere, nel vero senso della parola, come possono e per loro le aspettative di vita si aggirano massimo verso i cinquant’anni. C’è dunque uno squilibrio tra ricchi e poveri che determina non più solo la miseria di questi ultimi, ma la loro morte inesorabile. Quando il timer si azzera, ovviamente, si muore, pertanto si parla non tanto di morti ma di azzerati.
Il nostro protagonista Will Salas (Justine Timberlake) cerca di ribellarsi a questo sistema spregevole con l’aiuto della figlia di un uomo ricco che, resasi conto delle condizioni reali dei poveri, decide di aiutarlo andando contro il padre e i nobili.

Una lotta contro il tempo, non a caso, per risollevare le sorti dell’umanità, e ribellarsi a questo dominio dei ricchi e potenti sui poveri che schiaccia ogni diritto alla vita inalienabile dell’uomo.
La storia del film ha un’originalità unica che è stata giustamente elogiata. Tuttavia il film non ha avuto un grande successo poiché è stato criticato il poco sviluppo caratteriale dei personaggi che effettivamente non è un granché. Inoltre presenta qualche buco di trama: non viene spiegato bene come si arriva a questo tipo di sistema e cosa esso comporti realmente sulla salute reale del pianeta che, a mio parere, con un mondo del genere andrebbe sicuramente allo scatafascio.
Io credo però che ci siano molte pellicole che hanno ricevuto anche riconoscimenti alti i quali presentano ugualmente una trama non eccezionale né originale. Per cui penso che In Time meritasse almeno una candidatura all’Oscar per la sceneggiatura originale.

Il film è una forte critica allo squilibrio tra ricchi e poveri che specialmente in alcuni Paesi determina la morte di questi ultimi per la miseria in cui vivono contrapposta al lusso e allo spreco dei potenti.
Fa riflettere su tematiche come “I soldi non fanno la felicità” che personalmente trovo una gran cavolata, anche se non totalmente.
Un altro tema è l’antimeritocrazia di chi nasce nel lusso e ha una vita facile a differenza di chi non ne è provvisto e deve farsi strada con sudore e fatica con una probabilità non proprio bassa di non veder ripagato il proprio impegno. Da qui ne deriva quindi anche la non valorizzazione del contributo di chi merita davvero una gratificazione adeguata.
Infine i personaggi ricchi all’interno del film rappresentano anche coloro che si arricchiscono a discapito degli altri, persino i propri simili. Mettono in risalto un’umanità senza scrupoli, pronta a pugnalare alle spalle chiunque per i propri scopi e vantaggi.
Per fortuna il lungometraggio presenta un barlume di speranza che torna a riequilibrare le vite di ognuno di noi, ristabilendo l’ordine di merito e mostrando che se ci si mette davvero d’impegno allora ci sarà quasi sicuramente un’adeguata ricompensa.
In questo clima di riequilibrio lo spettatore tira un sospiro di sollievo pensando che del resto non c’è sempre ingiustizia e che, a differenza del film, il tempo è denaro… ma il denaro non è vita.

Antonio Carmando - ExtraTime - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Solidarietà, D’Avenia: “Acquistate nuove mascherine grazie al successo del crowfunding lanciato dal Centro Studi Super Sud”

Nella difficile battaglia contro il contagio da Coronavirus ogni contributo fatto con entusiasmo ha un valore enorme. Ne è la prova il crowfunding lanciato dal Centro...

Salvatore Parisi, Coordinatore regionale Anffas Campania, smentisce la notizia di FP Cgil Salerno: “Siamo già titolari di un nostro contratto rinnovat

Nella giornata di ieri è stata veicolata la notizia da parte di FP Cgil Salerno in cui si è appresa la positiva notizia inerente l’avvio della consultazione...

Famiglie e giovani, D’Avenia: “Garantiamo un futuro migliore attraverso sostegni familiari. Aboliamo il bollo sulla prima auto e investiamo sul protag

L’emergenza sanitaria, legata alla pandemia da Covid-19, ha creato non poche difficoltà alle famiglie italiane che si sono trovate a fronteggiare questioni...

Turismo in Campania, D’Avenia: “Nell’era post Covid, rilanciamo l’economia locale attraverso le bellezze del nostro territorio”

L’approssimarsi dell’estate pone inevitabilmente dinanzi ad un bivio tortuoso creatosi dal Covid-19: la riapertura del turismo.Il turismo, come si puo’...

Servizio ai trasporti per persone con disabilità: è ancora guerra tra Fondazione Salernum Anffas Onlus e i Comuni dell’Agro Nocerino Sarnese e dell’Ir

Una vera e propria guerra che non riesce a vedere la parola fine quella che sta combattendo da mesi Fondazione Salernum Anffas Onlus per il riconoscimento del servizio ai...

Il nuovo singolo di Francesco Key B è featuring con il celebre cantante partenopeo Raffaello

Dopo diversi brani già all’attivo, che lo hanno visto come un vero e proprio mago del recupero musicale partenopeo, Francesco Key B, all’anagrafe Francesco...

Alla Villa Cortese di Terzigno casting di moda, cinema e musica il 20 giugno promosso da Mondo Eventi Campania

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO
 
Dopo il lungo periodo di quarantena per l’emergenza Coronavirus che ha bloccato forzatamente le principali attività produttive,...

Famiglie bisognose in Campania, D’Avenia: “Serve una strategia per lo sviluppo economico e sociale del nostro territorio”

A quasi un mese dall’inizio della Fase 2, è tempo per l’Italia fare i conti con i contraccolpi economici della pandemia di Covid-19.Come già indicato...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante