Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

#2015rossosangue

31/12/2015

Ogni anno la stessa storia. Speriamo nella magia degli ultimi secondi, prima della mezzanotte, per migliorare la propria vita. Cancellare il passato, entrare nel futuro. Nel futuro ci siamo entrati già da un pezzo, e tutti i buoni propositi che, ingenuamente ci facciamo, non cambiano la situazione nella quale ci troviamo. Crediamo di vivere ancora nel passato, che questo è solo un periodo di transizione, il che da un lato è anche vero, ma ci è difficile comprendere che il lontano tempo remoto ci ha già abbandonati da parecchio. Siamo noi a costruire le nostre storie, non gli anni.
“Voglio che ogni mattina sia per me un capodanno” affermava Antonio Gramsci, non per collaborare a quell'azienda commerciale del consumismo, ma per fare ogni giorno i conti con se stessi. Ci lamentiamo se gli altri ci giudicano, quando dovremo essere in grado di giudicare noi stessi; questo dovrebbe essere un capodanno: una disputa con se stessi. Gli anni scorrono e portano con sè dei pezzetti di noi; non riusciamo, invece, a capire che nella realtà dei fatti, dovremo essere noi ad estrapolare qualcosa ogni anno, e ficcarcelo nella propria valigia di viaggio. Il 2015, per quanto possibile, ha dato ad ognuno di noi una consapevolezza; positiva o negativa che sia, sono certa che del 2015 rosso sangue nessuno ha da obbiettare. Abbiamo, finalmente, imparato il vero colore del sangue, quasi a provarlo sulla nostra stessa pelle. Almeno grazie al 2015, saremo (forse) una nazione un po' più “preparata”, ma non ci conterei molto. Guardiamo in faccia gli anni che passano, tutto ciò che lasciano o che ci strappano, e rompiamo l'infondato mito della solita “rinascita annuale”, perché la sola, possibile, rinascita è quella che ogni giorno compiamo con noi stessi, rinnovandoci di fronte alla natura monotona e ciclica della società.


Chiara Panella

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Nuvole d'arte Monster Allergy Evolution: la mostruosa ricaduta allergica

Ezechiele Zick vede i mostri, e detta così sembra che il soggetto usi mostrarsi in pubblico sotto l’effetto di sostanze stupefacenti attirando attenzioni ed...

Nuvole d'arte Assassination Classroom: primi amori, omicidi, primi baci

La campanella della scuola media Kunugigaoka suona al levarsi di un nuovo giorno. Gli studenti della classe 3-E si accomodano tra i banchi tra lo stridere delle sedie,...

Nuvole d'arte Rughe: la fine del tempo

Quelli che mi conoscono, e quanti sono stati più o meno costanti nel leggere questa rubrica, lo avranno certamente intuito. Mia nonna è stata e tuttora è...

Nuvole d'arte Auguri Zio Paperone: una Storia lunga settant'anni

Se la data odierna non è rossa da calendario è solo perché a lui le giornate non lavorative, quindi non remunerative, mettono terrore, eppure la ricorrenza...

Elezioni Unisa 2017, Pignataro (Dipsum-Linguisticamente): "In questi due anni ottima sinergia tra il Dipartimento e il Gruppo Futura"

Elezioni alle porte all’UniSa, si vota martedì 5 e mercoledì 6 dicembre, con procedura di votazione telematica. Per questa occasione abbiamo intervistato...

La movida salernitana riacquista il Venerdì!

Nasce un nuovo concept settimanale. In una città che ha fatto della movida, per anni, il suo tesoro.Per anni, diciamo bene. Da qualche tempo però Salerno, in...

Nuvole d'arte L'anno che sta finendo: i migliori fumetti di Novembre e Dicembre

Dicembre è un po' il mese che tutti aspettiamo per regolare i conti in sospeso, tirare i bilanci di fine anno e accorgerci puntualmente che altri 365 giorni sono...

Nuvole d'arte Le stagioni del Commissario Ricciardi Il senso del Dolore: le anime della città

Da circa un anno, per motivi di studio, mi capita di prendere il treno per Napoli molto più spesso rispetto a quanto non facessi prima. Dopo Portici, quando...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante