Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

Spettacolo al Teatro d'Ateneo sulla Shoah: "30 aprile 1945"

30/04/2014

E' stato messo in scena oggi alle 10:30, l'ultimo appuntamento con la "Shoah: raccontare per non dimenticare", con lo spettacolo "30 aprile 1945". Scritto da Luca Frozen Cresci, che si è detto entusiasta della prima teatrale a cui ha assistito nell'Ateneo dell'UNISA, dedicato alla Shoah e diretto da Gaetano Stella. Si sono esibiti sul palco del teatro dell'ateneo Carlo Iuliano nella parte di Iago,Daniele De Santis nella parte di Minosse e Antonio D'Amico nella parte del diavolo che ci ha rilasciato delle dichiarazioni:

- Sei contento dell'esperienza che hai fatto? Si molto, anche perchè è stato un duro lavoro. Personalmente ci ho messo tanto impegno, ho dedicato tanto tempo per arrivare a questo risultato molto soddisfacente poi alla fine.

- Come mai hanno scelto te per questa parte? Il regista ci conosceva già tutti e tre gli attori che hanno partecipato, io ho semplicemente accettato questa chiamata su un testo molto difficile.

- Essendo un personaggio molto particolare, il diavolo, qunato ti senti d'accordo con il messaggio che ha voluto dare il tuo personaggio?

Io in parte sono anche d'accordo con il messaggio che vuole trasmettere. Alcune cose sono vere, come ad esempio il fato che molti uomini fanno del bene per poi ricavarn qualcosa o che chi odia lo fa veramente anche se farlo è molto difficile perchè è un senimnto molto profondo secondo me.

Lo spettacolo mostra, infatti, in un unico atto, i tre personaggi ragionare sul concetto del male, sul suo fascino, apprposito dell'arrivo del Adolf Hitler nel regno degli Inferi, fino a commentare la nuova maschera che il male dovrà indossare dopo la Seconda Guerra Mondiale: il consumismo sfrenato. "Ma non è una critica al capitalismo" ha fatto notare Antonello Cianciulli, docente dell'Accademia Spettacolo di Baronissi e direttore artistico dell'opera; " il testo teatrale è incentrato a identificare un motivo che ci riporta all'odio e che ci fa capire il perchè l'uomo ami il male. Oggi si è passati dall'essere all'apparire. E' quindi, una critica alla parte malata del consumismo, ai suoi eccessi." - E' stato difficile curare la direzione artistica di quest'opera? Si, perchè è uno spettacolo con poca azione e bisognava puntare sulla parola. Il teatro, infatti, è principalmente azione, ma i ragazzi sono stati molto bravi, nonostante le difficoltà del testo teatrale. -E' rimasto soddisfatto dell'esito dell'opera? Assolutamente si.

Marianna Guerriero - Scuola , Università - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Salerno: degrado in via San Giovanni Bosco, strada invasa dai piccioni

 
La presenza di piccioni e colombi in città ha assunto negli ultimi anni dimensioni considerevoli.?Il loro sviluppo indiscriminato ha...

Ambiente e territorio, D’Avenia: “Rilanciamo l’economia attraverso il rispetto dell’ambiente”

La materia ambientale sta assumendo, soprattutto negli ultimi anni, un’importanza sempre crescente, sia nell’ambito giuridico che economico, al punto da non...

Covid-19 e movida, D’Avenia: “A Salerno iniziative responsabili per una movida Covid free”

Come ipotizzabile, dopo mesi di lockdown, nelle ultime settimane le persone sono tornate ad una relativa “normalità”. Con la riapertura di bar e...

Sanità e famiglia, D’Avenia: “Investiamo sul personale sanitario e concediamo un bonus di 600 euro alle famiglie campane”

L’emergenza Covid-19 ha riportato l’attenzione sul dibattito legato all’importanza di investire sul personale sanitario. A partire dalla pandemia,...

Assistenza Riabilitativa, Fisiochinesiterapica e Sociosanitaria

In questi ultimi giorni, nostro malgrado, e con non poco stupore, stiamo assistendo ad un estenuante scarica barile sull’assunzione delle proprie responsabilità da...

Solidarietà, D’Avenia: “Acquistate nuove mascherine grazie al successo del crowfunding lanciato dal Centro Studi Super Sud”

Nella difficile battaglia contro il contagio da Coronavirus ogni contributo fatto con entusiasmo ha un valore enorme. Ne è la prova il crowfunding lanciato dal Centro...

Salvatore Parisi, Coordinatore regionale Anffas Campania, smentisce la notizia di FP Cgil Salerno: “Siamo già titolari di un nostro contratto rinnovat

Nella giornata di ieri è stata veicolata la notizia da parte di FP Cgil Salerno in cui si è appresa la positiva notizia inerente l’avvio della consultazione...

Famiglie e giovani, D’Avenia: “Garantiamo un futuro migliore attraverso sostegni familiari. Aboliamo il bollo sulla prima auto e investiamo sul protag

L’emergenza sanitaria, legata alla pandemia da Covid-19, ha creato non poche difficoltà alle famiglie italiane che si sono trovate a fronteggiare questioni...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante