Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

Nuvole d'arte Lo strano caso del dottor Ratkyill e Mr Hyde: Enna, Celoni e il diverso da noi.

07/11/2014

Si è conclusa poche settimane fa la storia a fumetti “Lo strano caso del dottor Ratkyill e Mr Hyde”, che abbiamo potuto leggere, e chi non ha avuto il piacere di farlo può recuperare, sulle pagine del Topolino.
La storia nasce come omaggio all celebre romanzo di Stevenson “Lo strano caso del Dottor Jekyill e del signor Hyde”, cardine del genere gotico, nato alla fine del ‘700 in Inghilterra (e che in campo cinematografico ha avuto il suo momento di massimo splendore grazie a registi come Mario Bava e Antonio Margheriti negli anni’50 e ’60 del secolo scorso) e vede come autori Bruno Enna (testi) e Fabio Celoni (disegni).
Se la Disney, contrariamente a quello che molti “disinformati” potrebbero pensare, non è affatto nuova a questi exploit horror, gli stessi autori si erano già cimentati nel genere appena due anni fa con “Dracula di Bram Topker”, che ripercorreva le gesta del famossissimo vampiro in una rilettura vivace e convincente.
Come per Dracula, anche per Jekyill e Hyde Enna e Celoni seguono lo stesso schema: recuperano del romanzo atmosfere e struttura, il resto lo fanno loro.
Le matite e le chine di Celoni restituiscono allo spettatore (termine che trovo molto più appropriato di lettore quando si parla di fumetti) una Londra buia, nebbiosa, tipicamente gotica, mentre i personaggi non appaiono mai rivisitazioni degli originali, ma loro stessi protagonisti della storia.
Ma il loro merito sta soprattutto nell’aver colto quello che è il “marchio”dell’opera, ciò che l’ha resa davvero immortale.
Se per il vampiro di Stoker era la forma epistolare della storia, raccontata tutta attraverso lettere e diari, che abbiamo rivisto solo nella versione cinematografica di F.F.Coppola, per quanto riguarda Jekyll e Hyde è qualcosa che troveremo qui e in nessuna trasposizione né cinematografica né di altro genere: la divisione in capitoli.
Pur non mancando le battute esilaranti che ci faranno ridere di gusto, questi due ingredienti daranno all’opera quel senso di inquietudine che penetrerà lo spettatore senza mai lasciarlo, e se Dracula, in alcuni momenti,sembrava porsi un punto da non superare, ovviando alla morte di Lucy-Clarabella con la pietrificazione e al sangue bevuto dai vampiri col succo di barbabietola, il Dottor Ratkyill non solo non lo fa, ma si spinge addirittura più in la del romanzo stesso, sostituendo al conflitto bene/male quello della diversità di specie/razza.
E se, dopo 150 anni, guardandoci intorno ci rendiamo conto di non avere ancora idea di come fermare il mister Hyde che è in noi, capire quale sia tale confine in chi è diverso da noi ci spaventa ancora di più, e il finale, col suicidio di Donald Hyde /Paperino resosi conto dell’impossibilità di essere compreso dagli altri, davanti ad uno splendido Hutterson-Pippo, lascia allo spettatore lo stesso senso di tremendo, angosciante irrisolto.

 

 

 

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Solidarietà, D’Avenia: “Acquistate nuove mascherine grazie al successo del crowfunding lanciato dal Centro Studi Super Sud”

Nella difficile battaglia contro il contagio da Coronavirus ogni contributo fatto con entusiasmo ha un valore enorme. Ne è la prova il crowfunding lanciato dal Centro...

Salvatore Parisi, Coordinatore regionale Anffas Campania, smentisce la notizia di FP Cgil Salerno: “Siamo già titolari di un nostro contratto rinnovat

Nella giornata di ieri è stata veicolata la notizia da parte di FP Cgil Salerno in cui si è appresa la positiva notizia inerente l’avvio della consultazione...

Famiglie e giovani, D’Avenia: “Garantiamo un futuro migliore attraverso sostegni familiari. Aboliamo il bollo sulla prima auto e investiamo sul protag

L’emergenza sanitaria, legata alla pandemia da Covid-19, ha creato non poche difficoltà alle famiglie italiane che si sono trovate a fronteggiare questioni...

Turismo in Campania, D’Avenia: “Nell’era post Covid, rilanciamo l’economia locale attraverso le bellezze del nostro territorio”

L’approssimarsi dell’estate pone inevitabilmente dinanzi ad un bivio tortuoso creatosi dal Covid-19: la riapertura del turismo.Il turismo, come si puo’...

Servizio ai trasporti per persone con disabilità: è ancora guerra tra Fondazione Salernum Anffas Onlus e i Comuni dell’Agro Nocerino Sarnese e dell’Ir

Una vera e propria guerra che non riesce a vedere la parola fine quella che sta combattendo da mesi Fondazione Salernum Anffas Onlus per il riconoscimento del servizio ai...

Il nuovo singolo di Francesco Key B è featuring con il celebre cantante partenopeo Raffaello

Dopo diversi brani già all’attivo, che lo hanno visto come un vero e proprio mago del recupero musicale partenopeo, Francesco Key B, all’anagrafe Francesco...

Alla Villa Cortese di Terzigno casting di moda, cinema e musica il 20 giugno promosso da Mondo Eventi Campania

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO
 
Dopo il lungo periodo di quarantena per l’emergenza Coronavirus che ha bloccato forzatamente le principali attività produttive,...

Famiglie bisognose in Campania, D’Avenia: “Serve una strategia per lo sviluppo economico e sociale del nostro territorio”

A quasi un mese dall’inizio della Fase 2, è tempo per l’Italia fare i conti con i contraccolpi economici della pandemia di Covid-19.Come già indicato...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante