Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

Nuvole d'arte From Hell diventa una serie tv

21/11/2014

Il 18 Novembre Alan Moore, autore che ha rivoluzionato nell’arco degli ultimi 30 anni il mondo del fumetto, ha compiuto 61 anni. Piccola curiosità: lo stesso giorno di Topolino che, pensate, pur avendo 25 anni in più è decisamente più magro!
Don Murphy, produttore televisivo e cinematografico, ha pensato di fare un bel regalo al grande artista inglese annunciando che intende realizzare una serie tv basata su quella che è a mio parere la sua opera più suggestiva: “From Hell”.
La saga, divisa in 16 capitoli, racconta dei terribili omicidi avvenuti nel quartiere londinese di Whitechapel nel 1888, ponendo nuove domande e fornendo una nuova versione sulla possibile identità del killer conosciuto con l’appellativo di “Jack lo squartatore” (il titolo cita la famosa lettera recapitata a Scotland Yard).
Come “V per Vendetta” e “Watchmen”, anche “From Hell” è già stato portato sullo schermo. Era il 2001, i registi erano i Fratelli Hughes, i protagonisti Johnny Depp, Hether Graham e Ian Holm.
La reazione dell’autore? La stessa riservata agli altri due film: critica feroce, al punto di dissociarsi completamente dal progetto.
Ora, mi chiedo cosa sia passato per la testa del maestro di Newhampton quando si è trovato di fronte alla notizia che qualcuno vuole riprovarci con la storia di Jack, ed è addirittura lo stesso produttore di “La vera storia di Jack lo squartatore” (titolo italiano).
Personalmente non sono mai stato uno di quelli che storce il naso a priori davanti alle cose, e confesso che il film mi era anche piaciuto, pur riscritto completamente nella trama e nella caratterizzazione dei personaggi.
Per capire meglio di cosa stiamo parlando, scopriamo (o riscopriamo) il fumetto.
1887. Walter Sickert è un pittore londinese molto apprezzato ma squattrinato, che frequenta allo stesso modo ambienti nobiliari e popolari.
Un giorno di fine estate Sickert presenta il Principe Alberto, erede al trono, alla commessa Annie Crook, spacciandolo per suo fratello. I due si innamorano e danno alla luce un figlio.
Quando la regina Vittoria viene a conoscenza del fatto, da ordine di separare Alberto dall’amata con la forza e di rinchiudere la donna in manicomio, ma della storie e dell’esistenza bambino sono a conoscenza anche alcune amiche di Annie, un gruppo di prostitute di Whitechapel.
Pubblicata tra il 1991 e il 1996, la graphic-novel sposa dunque la tesi secondo cui i delitti dello Squartatore fossero opera di una cospirazione ordita dalla Corona inglese (dichiarata poco attendibile dallo stesso Alan Moore).
La figura del killer che viene fuori è quella di un uomo reso folle dalla banalità dell’esistenza, la stessa che in fondo accomuna tutti i personaggi, un individuo comune accecato da un desiderio di grandezza che si esprime attraverso il sacrificio umano.
Se il film inizia col primo delitto, nel fumetto gli omicidi, pur magnificamente illustrati, iniziano a metà della saga. E’ ciò che avviene prima che Moore racconta con maggiore enfasi.
I Fratelli Hughes avevano un minutaggio ridotto rispetto a quello che avrà la serie tv, quindi la possibilità di di assistere agli eventi che hanno portato alla nascita di Jack lo squartatore non mancherà, fermo restando che mettere in scena il carico drammatico dell’opera rimane la sfida più difficile.
Eddie Campbell, disegnatore, una un tratto leggero, in bianco nero, e si affida in molte tavole addirittura solo a degli schizzi, dando l’idea della profonda perversione che anima l’intera storia. Anche qui il sangue passa in secondo piano.
Insomma, di lavoro ce n’è, e se Fx e Murphy avranno successo lo scopriremo davanti alla tv.
Cosa farà Alan Moore? Storcerà il naso oppure no?
Nell’attesa, sperando che non gli abbiano regalato uno di quegli orribili maglioni di lana all’inglese, non ci resta che augurargli buon compleanno!

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Solidarietà, D’Avenia: “Acquistate nuove mascherine grazie al successo del crowfunding lanciato dal Centro Studi Super Sud”

Nella difficile battaglia contro il contagio da Coronavirus ogni contributo fatto con entusiasmo ha un valore enorme. Ne è la prova il crowfunding lanciato dal Centro...

Salvatore Parisi, Coordinatore regionale Anffas Campania, smentisce la notizia di FP Cgil Salerno: “Siamo già titolari di un nostro contratto rinnovat

Nella giornata di ieri è stata veicolata la notizia da parte di FP Cgil Salerno in cui si è appresa la positiva notizia inerente l’avvio della consultazione...

Famiglie e giovani, D’Avenia: “Garantiamo un futuro migliore attraverso sostegni familiari. Aboliamo il bollo sulla prima auto e investiamo sul protag

L’emergenza sanitaria, legata alla pandemia da Covid-19, ha creato non poche difficoltà alle famiglie italiane che si sono trovate a fronteggiare questioni...

Turismo in Campania, D’Avenia: “Nell’era post Covid, rilanciamo l’economia locale attraverso le bellezze del nostro territorio”

L’approssimarsi dell’estate pone inevitabilmente dinanzi ad un bivio tortuoso creatosi dal Covid-19: la riapertura del turismo.Il turismo, come si puo’...

Servizio ai trasporti per persone con disabilità: è ancora guerra tra Fondazione Salernum Anffas Onlus e i Comuni dell’Agro Nocerino Sarnese e dell’Ir

Una vera e propria guerra che non riesce a vedere la parola fine quella che sta combattendo da mesi Fondazione Salernum Anffas Onlus per il riconoscimento del servizio ai...

Il nuovo singolo di Francesco Key B è featuring con il celebre cantante partenopeo Raffaello

Dopo diversi brani già all’attivo, che lo hanno visto come un vero e proprio mago del recupero musicale partenopeo, Francesco Key B, all’anagrafe Francesco...

Alla Villa Cortese di Terzigno casting di moda, cinema e musica il 20 giugno promosso da Mondo Eventi Campania

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO
 
Dopo il lungo periodo di quarantena per l’emergenza Coronavirus che ha bloccato forzatamente le principali attività produttive,...

Famiglie bisognose in Campania, D’Avenia: “Serve una strategia per lo sviluppo economico e sociale del nostro territorio”

A quasi un mese dall’inizio della Fase 2, è tempo per l’Italia fare i conti con i contraccolpi economici della pandemia di Covid-19.Come già indicato...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante