Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

Frammenti di rock: "Wake me when it's over"dei Faster Pussycat

26/11/2014

Verso la fine degli anni 80 si sviluppa all’interno dell’Glam metal una corrente particolare quella dello sleaze metal. Come si può intuire dal nome, l’obiettivo di questo movimento musicale è quello di ricercare e praticare un suono più sporco rispetto ad alcune band mainstream. Tra i gruppi di maggior fama vi sono sicuramente i Faster Pussycat (nome che trae origine dal film "Faster, Pussycat! Kill! Kill!"di "Russ Meyer") che sono tra i primi a sviluppare suoni più grezzi e meno raffinati. Partendo dall'esperienza del loro primo e non molto fortunato album omonimo uscito nel 1987, I Faster Pussycat iniziano a lavorare in maniera decisa sui loro punti di forza arrivando così alla produzione di "Wake Me When It`s Over"uscito nel '89, che si presenta come uno dei migliori prodotti di fine decennio. Il disco è sicuramente molto più maturo e curato del precedente e lo stile "sleaze" emerge in tutta la sua "purezza", l'apertura è affidata a "There's a whip, there's a way"una vera è propria "frustata" in pieno volto, che mette subito in chiaro cosa ci troviamo difronte. Il disco presenta un sound graffiante,violento e appunto sporco e veloce senza però trascurare la qualità dell'arrangiamento, esempio calzante di tutto cio è proprio il primo singolo estratto "Poison ivy"dove ogni strumento si integra perfettamente con l'altro e l'aggiunta del piano suonato da Kevin Savigar contribuisce all creazione di uno dei migliori momenti del disco. Da segalare ovviamente anche la presenza molto forte di elementi tipici del rock n'roll caratteristica da sempre molto cara al gruppo. La ruvidità del prodotto viene fortemente accentuata anche dalla voce del cantante Taime Downe ,davvero particolare, che però ha la grande qualità di non risultare mai fastidiosa, sia in canzoni più aggressive come "Slip of the togue", una delle più famose della band, sia in quelle più dolci come "House of pain"(secondo singolo estratto), pezzo pervaso da grande malinconia non solo per il testo ma anche per l'utilizzo dell'armonica a bocca. Il difetto se vogliamo di quest'album sta proprio nella presenza di pochi brani che spezzano la freneticità dell'insieme, infatti solo alla fine troviamo "Please Dear" canzone lenta e anche molto più melodica rispetto le altre. Da segalare infine la particolarità di "Arizona Indian Doll" con sonorità molto da "spttacolo del sabato sera americano". Da tempo i Faster Pussycat, cosi come molte altre band, non esistono più (almeno per come li conoscevamo originariamente) e i contrasti tra i vari membri della band sui diritti del nome sono sempre infuocati(sopratutto tra il cantante Downe e il chitarrista Muscat) ma ciò non toglie che seppur per poco la band di Los angels ha dato il suo contributo importante alla musica e allo "sleaze metal" seppur restando in parte offuscata dalla luce smisurata avuta dalla band simbolo di questo movimento i Guns N' Roses

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Al cinema dal 18 luglio "Passpartù - Operazione Doppiozero" di Lucio Bastolla con Veronica Maya

Arriva al cinema dal 18 luglio, “Passpartu’ - Operazione Doppiozero” la divertente commedia di Lucio Bastolla che vede in un cast corale...

#GIFFONI2019 LA 49° EDIZIONE: 19/27 LUGLIO 2019

101 opere, di cui 15 italiane, in concorso nelle 7 sezioni competitive che richiamano a Giffoni Valle Piana (SA) 6200 giurati provenienti da circa 50 Paesi del mondo: 7...

Arriva “Puortame cù te”: il nuovo tormentone dell’estate firmato Frenk

Arriva “Puortame cù te”: il nuovo tormentone dell’estate firmato Frenk
Si intitola “Puortame cù te” il nuovo singolo del trapper...

“Don’t go” il nuovo singolo estivo di KEVS X FRANCESCA MONTE

Francesca Monte, cantautrice, musicista e web star Salernitana, reduce dal successo social di “Un’estate che non finirà” in vetta alle classifiche...

Le Fasi - "Ultima Pagina Special Events" parte da Napoli il 30 marzo 2019

La band partenopea Le Fasi, per festeggiare i suoi 7 anni di attività prima di rinchiudersi in studio e lavorare al nuovo disco, ha lanciato un mini tour dal titolo...

Bilancio d'esercizio 2018 tra regole da consolidare e novità future

“Bilancio d'esercizio 2018 tra regole da consolidare e novità future”, questo il titolo del convegno che si terrà venerdì 22 marzo presso il...

L’azienda salernitana torna a mettersi in vetrina dal 19 al 23 gennaio

Con un fitto calendario di eventi che mira a diffondere la cultura del caffè in tutte le sue sfaccettature, Trucillo torna al Sigep, il salone mondiale del dolciario...

D. L. 119/2018 e Legge di Bilancio. Lo scenario Fiscale 2019. Primo convegno sulla Legge di Bilancio a Salerno organizzato dall’ANC

Si terrà domani, venerdì 18, il primo convegno dell’anno 2019 organizzato dall’Associazione Nazionale Commercialisti Salerno che si terrà, alle...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante