Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

G. T. O.: Crisi del sistema d'insegnamento scolastico

05/01/2015

“Ma tu chi sei?!”
“Eikichi Onizuka. 22 anni. MOLTO PIACERE!”

Titolo: Great Teacher Onizuka (G.T.O.)
Anno: 1a TV 1999 (in Italia 2002)
Genere: shonen, comico, satira


G.T.O è un manga scritto da Toru Fujisawa da cui è stato tratto una serie animata di 43 episodi.
La storia è incentrata sul personaggio di Eikichi Onizuka, uno studente universitario di 22 anni che, colpito dal fatto che gli insegnanti sono perennemente a contatto con le ragazzine e che riescono a conquistarle senza problemi, decide di diventare anch’egli un professore. Riesce così ad ottenere il posto in una scuola media privata, in una classe parecchio problematica nella quale gli studenti riescono sempre a scacciare l’insegnante di turno con comportamenti ostili. Beh, non hanno ancora fatto i conti con il nostro protagonista.
Eikichi è una persona stravagante, violento e a tratti anche maniaco (si veda il motivo per cui decide di insegnare); ex mototeppista (figura di una sottocultura giapponese chiamata “bosozoku”) e centauro, temuto e rispettato da molte bande criminali. E’ un esperto di arti marziali e possiede una forza sovrumana che spesso viene mostrata nelle puntate. Un professore fuori dagli schemi che riesce a mettere in riga la classe indisciplinata a suon di pugni o di scherzi un po’ cattivi. Ad esempio nei primi episodi lascia appendere in dei sacchi a pelo dei suoi studenti da un gruppo di bulli e li fa prendere a pugni. In seguito per motivare uno dei suoi studenti lo spinge da un ponte facendogli fare bungee-jumping contro il suo volere.
Nonostante tutti questi lati abbastanza negativi, è una persona di buon cuore, vuole bene ai suoi ragazzi e difende sempre i più deboli mettendo spesso a repentaglio la sua vita a favore della giustizia. Per questo motivo viene col tempo stimato dai suoi studenti, amici e colleghi anche se inizialmente lo odiano tutti per il suo carattere da teppistello.

Great Teacher Onizuka è una forte critica al sistema scolastico giapponese che col passare degli anni è peggiorato. Attraverso gli atteggiamenti esagerati del protagonista viene fatta un’invettiva ai professori senza alcuna passione o voglia di insegnare e alla loro totale incompetenza che portano inevitabilmente il discente all’esasperazione e alla svogliatezza verso lo studio. Un tema sicuramente molto vicino alla nostra realtà italiana.
Onizuka è una figura fortemente satirica che incarna questi difetti del professore medio nonostante sia dopotutto un personaggio positivo. La parodia sta proprio nel suo metodo di istruzione: non ha un metodo. O meglio, le sue lezioni si svolgono nella completa nullafacenza a volte. Molte altre volte diventano una vera e propria barzelletta o uno spettacolo da circo. Troveremo infatti Eikichi vestito da elefante che tenta di spiegare un argomento complesso. Egli incarna anche l’ignoranza dell’insegnante negligente, la cui conoscenza è limitata solo agli argomenti riguardanti il libro, incapace di spaziare o di divagare. In questo anime il protagonista è assolutamente incapace di insegnare, non conoscendo nemmeno di cosa si parla nel libro di testo della sua materia.
Questa serie satirica mostra una forte paradossalità del ruolo di un insegnante che non sa insegnare.
Tutto sommato però Onizuka riesce sempre a dare lezioni di vita che spaziano dall’amore all’amicizia, dal rispetto all’accettazione dell’altro, di cui tutti noi dovremmo farne tesoro.
Un altro tema preso in considerazione è il mettere gli alunni in uno stato di forte competitività tra loro da parte dei professori. Inevitabilmente questo comporta inimicizie soprattutto tra ragazzini immaturi come quelli delle medie, e spesso ciò porta alla riduzione del rapporto di amicizia tra compagni di classe. Questo tema è già un po’ lontano dalla nostra realtà italiana anche se non tantissimo. Onizuka, difficile crederlo, però riesce sempre a mantenere un ordine morale nonostante tutto, e a non far si che si creino inimicizie facendo rispettare gli uni con gli altri tutti i suoi studenti.

G.T.O. è un anime divertentissimo dotato di una comicità a tratti brillante per i suoi riferimenti culturali, soprattutto ad altre serie. Troveremo l’esilarante docente che spesso parodizza cartoni animati molto famosi in Giappone (ma anche in Italia) come Doraemon e Ken il guerriero tra i suoi innumerevoli travestimenti.

D’altronde secondo me, Eikichi Onizuka rappresenta non solo la satira del mondo dell’insegnamento scolastico in crisi, ma anche una speranza che questo sistema cambi se, come fa esattamente lui, si prende l’atto di insegnare come una pura condivisione culturale tra due persone senza però affermare la propria superiorità di ruolo, né mettersi al di sopra dei propri studenti come un tiranno. L’umiltà del far apprendere che da una parte deve avere sicuramente la sua base di conoscenza della materia. Dall’altra un bagaglio di competenze che permettano di spaziare attraverso varie culture. In modo tale che questo comporti non una svogliatezza tipica della lezione d’informazione, ma che mantenga un’interattività tra docente e discente rendendo interessante qualsiasi cosa si stia studiando. Soprattutto che il materiale affrontato venga assorbito e successivamente applicato nella vita quotidiana, mantenendo così una cultura viva e sempre più presente, utile e personale.

Antonio Carmando - ExtraTime - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Al cinema dal 18 luglio "Passpartù - Operazione Doppiozero" di Lucio Bastolla con Veronica Maya

Arriva al cinema dal 18 luglio, “Passpartu’ - Operazione Doppiozero” la divertente commedia di Lucio Bastolla che vede in un cast corale...

#GIFFONI2019 LA 49° EDIZIONE: 19/27 LUGLIO 2019

101 opere, di cui 15 italiane, in concorso nelle 7 sezioni competitive che richiamano a Giffoni Valle Piana (SA) 6200 giurati provenienti da circa 50 Paesi del mondo: 7...

Arriva “Puortame cù te”: il nuovo tormentone dell’estate firmato Frenk

Arriva “Puortame cù te”: il nuovo tormentone dell’estate firmato Frenk
Si intitola “Puortame cù te” il nuovo singolo del trapper...

“Don’t go” il nuovo singolo estivo di KEVS X FRANCESCA MONTE

Francesca Monte, cantautrice, musicista e web star Salernitana, reduce dal successo social di “Un’estate che non finirà” in vetta alle classifiche...

Le Fasi - "Ultima Pagina Special Events" parte da Napoli il 30 marzo 2019

La band partenopea Le Fasi, per festeggiare i suoi 7 anni di attività prima di rinchiudersi in studio e lavorare al nuovo disco, ha lanciato un mini tour dal titolo...

Bilancio d'esercizio 2018 tra regole da consolidare e novità future

“Bilancio d'esercizio 2018 tra regole da consolidare e novità future”, questo il titolo del convegno che si terrà venerdì 22 marzo presso il...

L’azienda salernitana torna a mettersi in vetrina dal 19 al 23 gennaio

Con un fitto calendario di eventi che mira a diffondere la cultura del caffè in tutte le sue sfaccettature, Trucillo torna al Sigep, il salone mondiale del dolciario...

D. L. 119/2018 e Legge di Bilancio. Lo scenario Fiscale 2019. Primo convegno sulla Legge di Bilancio a Salerno organizzato dall’ANC

Si terrà domani, venerdì 18, il primo convegno dell’anno 2019 organizzato dall’Associazione Nazionale Commercialisti Salerno che si terrà, alle...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante