Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

Nuvole d'Arte Cuori e fumetti: come si vede l'amore attraverso le nuvole

13/02/2015

San Valentino! La festa degli innamorati, giovani e meno giovani, ritorna e come ogni anno porta con sé il suo contorno di baci e cuoricini palpitanti.
E a chi si sgola a dire che ogni giorno è buono per dimostrare il proprio amore alla persona amata rispondiamo che sarà anche così, ma le pasticcerie e le fabbriche di pupazzetti di tutto il mondo consigliano di dimostrarlo più efficacemente in tale ricorrenza.
E poi, diciamoci la verità, cosa ci costa fare qualcosa per chi ci vuole bene (o ci sopporta), da un giorno, un mese, un anno o da una vita? E allora ben vengano le cenette romantiche, il regalino e il tradizionale film romantico al cinema in una serata tutta coccole.
I nostri genitori guardavano “Colazione da Tiffany”, i nostri nonni “Pane amore e…” e prima ancora “Luci della città”, diversi modi di raccontare l’amore, ma che dimostrano come, in qualsiasi epoca e in qualsiasi luogo, il cuore umano prima o poi inizia a battere forte, e non è per forza necessario correre in ospedale.
Non avendo lo stesso risalto mediatico del cinema, le storie a fumetti si collocano ad un livello più intimo e personale. Non ci sono le storie di una generazione, almeno non sono frequenti, piuttosto ognuno di noi è legato ad alcune storie.
Se, ad esempio, dovessi scegliere il mio film romantico preferito direi “C’è posta per te” con Tom Hanks e Meg Ryan perché, pur essendo del 1998, è il racconto della nostra generazione, quella dei social network e del virtuale.
Per i fumetti, invece, è molto più difficile. Le prime che mi sono venute in mente sono queste:

Paperinik e l’amore nell’oblio: forse complice la fresca ristampa su “Paperinik Appgrade” di questo mese, è la prima a cui ho pensato.
In realtà è impossibile non citare questa meravigliosa storia di Giorgio Salati, e gli altrettanto strepitosi (ma non è una novità) disegni di Mottura.
Quando Paperina scopre accidentalmente che dietro la maschera di Paperinik si nasconde Paperino, cade in una specie di amnesia, credendo di essere innamorata dell’eroe e non più del papero. Tema centrale è il ricordo, e le piccole cose, spesso trascurate, che legano le persone per sempre. Occhi lucidi assicurati.

Dylan Dog Il lungo addio: meravigliosa, forse la mia preferita del personaggio. Una sera Dylan riceve la visita di una vecchia amica, che le chiede di accompagnarla in un viaggio.
Non è il caso di aggiungere nemmeno mezza riga in più perché questo capolavoro lo dovete scoprire da soli.
Il protagonista potrebbe essere chiunque, e Marina ( il nome della ragazza) non è altro che il dolce ricordo di un bacio, di un saluto o di un pomeriggio d’estate che credevamo dimenticato, ma c’è in ciascuno di noi.

Zio Paperone La stella del Polo: a rischio di essere ripetitivo, ci troviamo di nuovo di fronte a qualcosa di immortale, capolavoro scolpito nel tempo.
Proprio il tempo è protagonista, quello che passa mutando alcune cose, e lasciando intatte altre.
Lo Zio Paperone che quel genio di Carl Barks tratteggia in questo episodio è cinico e malinconico insieme, e Doretta Doremì (la Stella del Polo) è pura nostalgia del tempo andato.
Una volta letta, diventerà parte di voi.

Nathan Never L’ultima onda: stavolta luogo e tempo sembrano non esistere. È una sorta di resa dei conti col passato, con sé stessi, con ciò che non si ha mai avuto il coraggio di ammettere.
Il rimorso per un amore non vissuto, tradito, che si respira in ogni riga la rende un pugno nello stomaco. Lo smarrito Nathan che vola via tra le onde alla fine potrebbe non essere mai esistito, come tante cose per cui siamo arrivati a perdere chi abbiamo amato.

Lupo Alberto L’alta marea: non è una storia d’amore, non solo; è una storia “di tutto”. Il tutto che passa tra le nuvole ad un sognante Alberto, o forse il niente di cui è fatto il vuoto della vita umana.
Non sarà una storia d’amore, ma chi è innamorato è così, pieno e vuoto allo stesso tempo, sospeso, incantato e tentato insieme.
Non è una storia d’amore, questa storia “è l’amore”.

Storie diverse, non sempre a lieto fine, come nella vita.
Perché, in fondo, qualunque sia il finale, è bello sapere di avere amato, di avere incontrato qualcuno a cui penserai un pomeriggio o una vita intera, qualunque strada ti porti a prendere la vita.
Come nel finale di “Cuori nello Yukon”, pietra miliare di Don Rosa e prequel ideale della storia di Barks, in cui un giovane Paperone getta tra la neve la lettera di Doretta Doremì, lasciandosi alle spalle una Dawson in fiamme e l’amore della vita, per addentrarsi nel gelo della bufera e del suo futuro da scontroso miliardario, pensando che, in quel luogo ai confini del mondo, potrebbe esserci per sempre una persona ad aspettarlo.

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Le Fasi - "Ultima Pagina Special Events" parte da Napoli il 30 marzo 2019

La band partenopea Le Fasi, per festeggiare i suoi 7 anni di attività prima di rinchiudersi in studio e lavorare al nuovo disco, ha lanciato un mini tour dal titolo...

Bilancio d'esercizio 2018 tra regole da consolidare e novità future

“Bilancio d'esercizio 2018 tra regole da consolidare e novità future”, questo il titolo del convegno che si terrà venerdì 22 marzo presso il...

L’azienda salernitana torna a mettersi in vetrina dal 19 al 23 gennaio

Con un fitto calendario di eventi che mira a diffondere la cultura del caffè in tutte le sue sfaccettature, Trucillo torna al Sigep, il salone mondiale del dolciario...

D. L. 119/2018 e Legge di Bilancio. Lo scenario Fiscale 2019. Primo convegno sulla Legge di Bilancio a Salerno organizzato dall’ANC

Si terrà domani, venerdì 18, il primo convegno dell’anno 2019 organizzato dall’Associazione Nazionale Commercialisti Salerno che si terrà, alle...

Premiazioni vincitori contest EURE?A: educazione finanziaria e disabilità cognitive. Un salernitano tra i vincitori

Favorire l’autosufficienza economica delle persone affette da lievi disabilita? cognitive: questo è l'obiettivo che si è posto il bando “Eureka”,...

Befana anticipata dell’ANC Salerno per i bambini del “Ruggi” di Salerno

L’epifania arriva in anticipo all’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona di Salerno grazie alla solidarietà dell’Associazione Nazionale...

XII edizione Salerno Sport Day. La manifestazione salernitana dedicata agli sport migliori

Come ogni dicembre che si rispetti, anche quest’anno Salernitana Sporting organizza nel pomeriggio di oggi, presso il Grand Hotel Salerno alle ore 17.37, la XII edizione...

Il trap diventa salernitano e si tinge di rosso con “Ferrari”. Nuovo singolo di Frenk

Frenk torna sulla scena musicale con un nuovo brano dal titolo “Ferrari”, un singolo coinvolgente dal sound elettronico e da bpm rallentati, atmosfere dark e...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante