Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

Il calcio al tempo dello spread

12/04/2013

Da oltre un anno e mezzo a questa parte il dibattito politico è stato monopolizzato dallo “spread”, ovvero il differenziale di rendimento tra i titoli di Stato italiani, i Btp, e quelli tedeschi, i Bund.
Questo termine di paragone, “mutatis mutandis”, può essere usato anche nel mondo del calcio.
Lo si dice da molti anni ormai, gli opinionisti sportivi sono tutti d’accordo: il calcio italiano non può competere con quello delle altre nazioni europee, specialmente Inghilterra, Germania e Spagna.
Le brucianti sconfitte e conseguenti eliminazioni della Juventus ad opera del Bayern Monaco mercoledì scorso(2-0, stesso risultato dell’andata) e della Lazio contro il Fenerbahce ieri(1-1, dopo il 2-0 dell’andata), rappresentano la cartina di tornasole di questo divario.
Spieghiamo come funziona: l’Uefa, ovvero il massimo organo del calcio europeo che gestisce campionati per club, come Champions League,Europa League e Supercoppa, e campionati per nazioni come l’Europeo, fornisce due tipi di ranking(dal sito http://it.uefa.com/memberassociations/uefarankings/index.html):
? I ranking per nazioni o federazioni tengono conto dei risultati di tutti i club di quella federazione e vengono utilizzati per determinare il numero di posti assegnati nelle competizioni a quella federazione per le stagioni successive
? I ranking per coefficienti per club tengono conto dei risultati di ogni club nelle competizioni UEFA e vengono utilizzati per determinare le teste di serie nei sorteggi di competizioni per club
N.B. I coefficienti sono basati sui risultati delle ultime cinque stagioni e vengono aggiornati direttamente dopo la fine di ogni turno di competizioni per club UEFA.
Innanzitutto giova ricordare che, se fino alla stagione 2011/2012 nel nostro campionato, grazie alla posizione nel ranking, si qualificano in Champions League le prime 4 classificate(la quarta con i preliminari) e quinta, sesta e settima in Europa League(quest’ultima con i preliminari), dalla stagione 2012/2013 abbiamo una posizione in meno.
Infatti l’Italia si trova ora al 4°posto con 64.147 punti contro i 78.186 punti della Germania,che si trova al 3° posto, quando fino alla stagione scorsa le posizione erano invertite.

Il declassamento dell’Italia comporta molte conseguenze negative, tra cui danni all’immagine e mancati introiti a causa del mancato accesso alle coppe europee, che si ripercuotono sui bilanci e di conseguenza sui budget delle società italiane previsto per il calciomercato che, per forza di cose, tendono a ridursi sempre di più.

In un fatale circolo vizioso, tutto ciò non farà altro che aumentare il gap tra le società italiane e quelle delle altre nazioni europee.

In secondo luogo, serve sottolineare la differenza di approccio delle nostre squadre che partecipano all’Europa League, considerata, a torto, una competizione “minore”.

A questo punto sembra opportuno ricordare che anche l’Europa League porta denari, seppur con un ammontare minore, nelle casse delle società; inoltre, il coefficiente Uefa del ranking tiene conto anche delle prestazione in questa competizione, che viene sistematicamente snobbata dalle società italiane.

Dopo gli ultimi turni delle due competizioni europee, il ranking per club aggiornato mostra la Juventus(terza tra le italiane, dopo Inter e Milan) al 20° posto con 70.829 punti e bisogna scendere fino al 55°posto(41.829 punti) per trovare la Lazio.

Considerato che la Juventus sta dominando da un anno e mezzo in campionato e che sta per conquistare il secondo scudetto di fila, è preoccupante constatare come sia basso il livello del calcio di casa nostra quando ci confrontiamo con le realtà europee.

Se le istituzioni del calcio italiano(Coni, Lega e Figc) supportate anche da quelle politiche(Governo e Parlamento) non si muovono nella direzione del progresso affinché le società di calcio si possano confrontare con quelle europee a testa alta ,mettendole nelle condizioni più favorevoli portando avanti importanti riforme(legge sugli stadi, rilancio dei vivai, e giustizia sportiva, giusto per citarne alcune)il calcio italiano non potrà mettersi al passo delle altre realtà né diventare più competitivo.

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Al cinema dal 18 luglio "Passpartù - Operazione Doppiozero" di Lucio Bastolla con Veronica Maya

Arriva al cinema dal 18 luglio, “Passpartu’ - Operazione Doppiozero” la divertente commedia di Lucio Bastolla che vede in un cast corale...

#GIFFONI2019 LA 49° EDIZIONE: 19/27 LUGLIO 2019

101 opere, di cui 15 italiane, in concorso nelle 7 sezioni competitive che richiamano a Giffoni Valle Piana (SA) 6200 giurati provenienti da circa 50 Paesi del mondo: 7...

Arriva “Puortame cù te”: il nuovo tormentone dell’estate firmato Frenk

Arriva “Puortame cù te”: il nuovo tormentone dell’estate firmato Frenk
Si intitola “Puortame cù te” il nuovo singolo del trapper...

“Don’t go” il nuovo singolo estivo di KEVS X FRANCESCA MONTE

Francesca Monte, cantautrice, musicista e web star Salernitana, reduce dal successo social di “Un’estate che non finirà” in vetta alle classifiche...

Le Fasi - "Ultima Pagina Special Events" parte da Napoli il 30 marzo 2019

La band partenopea Le Fasi, per festeggiare i suoi 7 anni di attività prima di rinchiudersi in studio e lavorare al nuovo disco, ha lanciato un mini tour dal titolo...

Bilancio d'esercizio 2018 tra regole da consolidare e novità future

“Bilancio d'esercizio 2018 tra regole da consolidare e novità future”, questo il titolo del convegno che si terrà venerdì 22 marzo presso il...

L’azienda salernitana torna a mettersi in vetrina dal 19 al 23 gennaio

Con un fitto calendario di eventi che mira a diffondere la cultura del caffè in tutte le sue sfaccettature, Trucillo torna al Sigep, il salone mondiale del dolciario...

D. L. 119/2018 e Legge di Bilancio. Lo scenario Fiscale 2019. Primo convegno sulla Legge di Bilancio a Salerno organizzato dall’ANC

Si terrà domani, venerdì 18, il primo convegno dell’anno 2019 organizzato dall’Associazione Nazionale Commercialisti Salerno che si terrà, alle...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante