Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

Nuvole d'arte Outcast: i demoni interiori degli uomini

18/04/2015

Sera, un piccolo paesino del West Virginia. Una donna entra in cucina e vede suo figlio, di spalle, che rovista nella dispensa in cerca di cibo. Sgridato dalla madre perché non è ancora a letto, il bambino si volta e scopriamo che si sta divorando letteralmente le mani.
“Outcast” è un fumetto che parla di demoni, di quelli che posseggono le persone, che ne torturano il corpo e distruggono la mente.
Kyle Barnes, il protagonista, è un uomo solo, consumato da un’adolescenza segnata dalla violenza e da un matrimonio finito male. Gli rimane solo l’affetto della sorella, nonostante lui tenti in tutti i modi di allontanare anche lei dalla sua vita.
Quando il pastore del paese, Anderson, chiederà il suo aiuto per aiutare il piccolo Joshua, che la madre ritiene posseduto dal demonio, Kyle inizierà a rimettere in discussione la sua vita, che scoprirà segnata da eventi che, alla luce dei fatti cui sta assistendo, potrebbero avere una nuova e inquietante chiave di lettura.
“Una delle cose che non vedo l’ora di fare è esplorare il mondo reale. Per quanto io adori gli zombi essi non sono reali, e non lo saranno mai”.
Così scrive Robert Kirkman nell’approfondimento del numero 1, arrivato nelle fumetterie italiane lo scorso mese di Marzo, e il realismo, per quanto naturalmente fantasiosa sia la storia, è ben presente all’interno della storia, dallo squallore e dalla monotonia delle giornate alla difficoltà di dialogo nella società moderna, soprattutto per chi si sente diverso dagli altri.
Che non fosse uno a cui piace perdere tempo lo avevamo già detto, che non avesse paura di sperimentare cose nuove lo si capiva, mettiamoci che ha anche ottimi gusti in fatto di film e abbiamo il ritratto della sua nuova creazione.
Una delle cose che più attira fin dalle prime pagine è che si respira quell’aria dei classici del cinema horror, mescolando sapientemente il tema demoniaco dell’”Esorcista” all’ambientazione della sperduta periferia americana di “Non aprite quella porta” o “Venerdì 13”, con forti tinte di thriller psicologico in stile “Psycho”.
Detto il buono, non possiamo non tener conto che tale genere è già stato ampiamente esplorato anche in ambito fumettistico. Siamo solo al primo numero, e questo non soffre minimamente dell’aspetto appena citato, mostrandoci una trama che non perde mai in tensione, splendidamente rappresentata dai disegni di Paul Azaceta. Vedremo nei prossimi numeri se il signore degli zombi ha fatto centro anche stavolta; resta il fatto che “Outcast” è una storia di demoni soprattutto interiori, di zombie che divorano le persone da dentro, il che è già un’ottima metafora dell’universo umano di oggi.
In America il reietto, che è appunto colui che vive isolato dal mondo più o meno per scelta personale, è arrivato al sesto numero ed è già in cantiere la prima stagione della serie tv. Curioso, in quanto sembra che il progetto originale di Kirkman fosse proprio quello di sviluppare l’idea per un serial televisivo, e solo in un secondo momento è tornato sui suoi passi e ha deciso che dovesse essere anche stavolta un fumetto.
La morale è: se chi ama i fumetti (e ancora di più chi ne scrive anche) non deve mai giudicare le nuove serie, sia in positivo che in negativo, prima di aver letto almeno un paio di numeri, chi fa il produttore e ha tanti soldi se ne può amabilmente fregare.
Se qualcuno si sta domandando se c’è morale in questa morale la smetta, ci sono questioni troppo grandi di fronte a cui anche i demoni più cattivi scapperebbero.
In conclusione, ricordiamo che Bonelli pubblica, questa settimana, il primo numero di “Coney Island”, miniserie che dovrebbe articolarsi in tre episodi e che fungerà da introduzione ad una nuova serie che seguirà le orme della riuscitissima “Le Storie”. Firmata da Gianfranco Manfredi, padre di “Magico vento”, è anche l’ultima fatica del compianto Giuseppe Barbati, disegnatore napoletano scomparso lo scorso Novembre, il cui tratto tanto ha dato nel corso degli anni a “Nathan Never”.
Un buon modo che un uomo può scegliere per salutare questo mondo, e il migliore che possiamo scegliere noi per salutare lui.

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Regionali Campania, D’Avenia: “Per una democrazia delle opportunità bisogna puntare sulla ricerca e la formazione”

Le elezioni regionali si avvicinano e, come stabilito dal decreto presidenziale n.97 20/2020, si svolgeranno il 20 e 21 settembre.Sarà la prima chiamata alle urne per...

XVI edizione ‘Memorial Giovanni Caressa’, il consueto evento di Anffas Onlus Salerno in ricordo del suo fondatore

Grande successo per la XVI edizione del “Memorial Giovanni Caressa”, appuntamento ormai tradizionale di Anffas Onlus Salerno, nato in ricordo e in onore...

Bonus web Turismo & Studenti: la nuova proposta di Giovanni D’Avenia candidato al Consiglio Regionale della Campania nella lista “Centro Democratico -

 
L’emergenza Covid-19 ha portato senza preavviso ad un’accelerazione e rimodulazione del piano banda ultralarga e digital web. Durante i mesi...

Bonus web Turismo & Studenti: la nuova proposta di Giovanni D’Avenia candidato al Consiglio Regionale della Campania nella lista “Centro Democratico -

 L’emergenza Covid-19 ha portato senza preavviso ad un’accelerazione e rimodulazione del piano banda ultralarga e digital web. Durante i mesi...

Promuovere il dialogo tra imprenditori e professionisti della Campania per dar vita a collaborazioni di business e di carriera, l’iniziativa di Hirook

In un contesto globale che mette a dura prova non solo i processi di inclusione sociale ma anche di impresa e di sviluppo economico, nasce Hirooks People. Un progetto fondato da...

Regionali Campania 2020: D'Avenia presenta ‘Benessere & Università’ per la promozione di sani stili di vita nelle scuole

A partire dagli ultimi decenni si è registrato un crescente interesse per il tema della salute concepita, non più in una dimensione di responsabilità...

Rilancio del turismo, D’Avenia: “Weekend gratuiti per aiutare tutto il comparto turistico campano e riscoprire le bellezze del nostro territorio”

 
Tra gli effetti economici più immediati della crisi associata al Covid-19 era inevitabile, e anche prevedibile, un brusco calo al settore turistico che, in questa...

Regionali Campania, D’Avenia: “Promuovere il Sud e le sue potenzialità inespresse”

Le Elezioni Regionali in Campania 2020 sono ufficialmente posticipate causa pandemia nelle date del 20 e 21 settembre, appuntamento sancito dal decreto presidenziale n.97...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante