Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

Nuvole d'arte Hyouka: il fumetto che racconta di una generazione

24/04/2015

La scuola mi è sempre piaciuta. L’ho scoperto abbastanza tardi, ma non così tanto da non godermela quando era il momento e rimpiangerla dopo.
Non sono mai stato uno di quelli che vedeva nero ogni mattina quando la sveglia suonava alle 7:30, anzi.
Intendiamoci, non ero nemmeno uno studente modello, uno di quelli con la cartella in ordine e il quaderno pieno di appunti.
La scuola era per me motivo di svago, un ambiente in cui ritrovarsi con quelli che, ancora oggi, sono amici e non fratelli solo per questioni di sangue, passare davanti l’aula dove c’era qualche ragazza che mi piaceva (sui miei amori alle superiori potrei scrivere un romanzo, e sarebbe “dark-humour” più che “rosa”), organizzare qualche scherzo in classe o litigare per le nostre rispettive squadre del cuore.
All’Università ho scoperto anche la passione per lo studio. Mi sono reso conto che ci si può divertire da pazzi parlando di cultura, di musica, di cinema e, naturalmente, di fumetti; se la scuola mi piaceva un mondo, studiare Comunicazione a Fisciano mi piace il doppio, perché mi ha insegnato che l’impegno che mettiamo nelle cose che facciamo, che sia ciò che amiamo oppure no, è essenziale.
Non la pensa così Hotaru Oreki, protagonista di “Hyouka”, mistery-story che arriva dal mondo del fumetto nipponico. “Se posso non fare una cosa non la faccio, se devo farla allora sarà meglio farla in fretta”, questo è il motto di Hotaru, studente al primo anno di liceo, pigro e senza stimoli, il cui hobby principale è il “risparmio energetico”.
Quando si troverà costretto a scegliere un’attività extra-scolastica il ragazzo, su consiglio della sorella, deciderà di iscriversi al “club di letteratura classica”, frequentato proprio dalla sorella maggiore ma attualmente chiuso, convinto che sia la soluzione migliore per garantirgli un paio d’ore di sano “far nulla” lontano dalla chiassosa massa, dai professori e soprattutto dallo sport.
Quando arriva nell’aula dove ha sede il club, la scoperta: dentro c’è un altro componente, una bella ragazza di nome Eru Chitanda che si ricorda di Hotaru dai tempi delle medie, nonostante non fossero in classe insieme.
Chitanda aspettava che qualcuno venisse ad aprire la porta dell’aula, visto che una volta entrata questa si è richiusa a chiave, bloccandola all’interno. Quando lei è arrivata la porta non era chiusa a chiave, mentre quando è arrivato il ragazzo sì. Cosa può essere successo?
E’ solo il primo dei tanti misteri che i ragazzi del club di letteratura classica, cui presto si uniranno Satoshi, migliore amico di Hotaru, e Ibara, studentessa addetta alla biblioteca della scuola, dovranno affrontare. Piccoli enigmi che, uniti all’interesse per la bella e un po’ misteriosa ragazza dai grandi occhi, costringeranno Hotaru a impegnarsi più di quanto avrebbe mai pensato.
Il primo numero della serie, pubblicata in Giappone nel 2012 e da cui è stato già tratto, come avviene sempre da quelle parti ogni volta che qualcosa ha successo, una serie animata, introduce bene i personaggi, caratterizzandone bene gli aspetti del carattere senza esasperare il tutto. I disegni del bravo Task Hoda hanno il merito per niente scontato trattandosi di un manga di non essere una rappresentazione in anteprima del “cartone animato che sarà”, non dimenticandosi quel pizzico (giusto un po’) di realismo che nel fumetto non può mancare.
Ma quello che funziona di più è senz’altro l’ambientazione. L’atmosfera della scuola giapponese, molto più simile a quella delle nostre università che delle nostre scuole, è resa in maniera perfetta.
In questi ragazzi si potranno rivedere un po’ tutti quelli che la mattina si siedono in un aula per seguire un corso, che frequentano un laboratorio o un’associazione, che vanno in biblioteca a studiare o alle macchinette a prendersi un caffè.
“Hyouka” è il fumetto che parla di noi studenti, dei nostri giorni pieni di impegni, di dubbi, di libri da leggere e di cose da raccontarci. La nostra storia è li, o almeno un pezzetto di storia di ognuno di noi, e dobbiamo andarne fieri; se il periodo che stiamo vivendo non ci offre la certezza che i nostri sforzi varranno a qualcosa poco importa, abbiamo comunque il merito, il coraggio o semplicemente l’incoscienza di esserci.

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Le Fasi - "Ultima Pagina Special Events" parte da Napoli il 30 marzo 2019

La band partenopea Le Fasi, per festeggiare i suoi 7 anni di attività prima di rinchiudersi in studio e lavorare al nuovo disco, ha lanciato un mini tour dal titolo...

Bilancio d'esercizio 2018 tra regole da consolidare e novità future

“Bilancio d'esercizio 2018 tra regole da consolidare e novità future”, questo il titolo del convegno che si terrà venerdì 22 marzo presso il...

L’azienda salernitana torna a mettersi in vetrina dal 19 al 23 gennaio

Con un fitto calendario di eventi che mira a diffondere la cultura del caffè in tutte le sue sfaccettature, Trucillo torna al Sigep, il salone mondiale del dolciario...

D. L. 119/2018 e Legge di Bilancio. Lo scenario Fiscale 2019. Primo convegno sulla Legge di Bilancio a Salerno organizzato dall’ANC

Si terrà domani, venerdì 18, il primo convegno dell’anno 2019 organizzato dall’Associazione Nazionale Commercialisti Salerno che si terrà, alle...

Premiazioni vincitori contest EURE?A: educazione finanziaria e disabilità cognitive. Un salernitano tra i vincitori

Favorire l’autosufficienza economica delle persone affette da lievi disabilita? cognitive: questo è l'obiettivo che si è posto il bando “Eureka”,...

Befana anticipata dell’ANC Salerno per i bambini del “Ruggi” di Salerno

L’epifania arriva in anticipo all’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona di Salerno grazie alla solidarietà dell’Associazione Nazionale...

XII edizione Salerno Sport Day. La manifestazione salernitana dedicata agli sport migliori

Come ogni dicembre che si rispetti, anche quest’anno Salernitana Sporting organizza nel pomeriggio di oggi, presso il Grand Hotel Salerno alle ore 17.37, la XII edizione...

Il trap diventa salernitano e si tinge di rosso con “Ferrari”. Nuovo singolo di Frenk

Frenk torna sulla scena musicale con un nuovo brano dal titolo “Ferrari”, un singolo coinvolgente dal sound elettronico e da bpm rallentati, atmosfere dark e...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante