Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

Nuvole d'arte Batman Gothic: i tanti volti del male

15/05/2015

E’ notte, siamo in città. E’ una grande città, piena di grattacieli, ponti e autostrade.
In uno di questi grandi palazzi, non si sa bene dove, ci sono tre uomini. Uno di loro è appeso per le caviglie a testa in giù, ha la testa mezza aperta ma è ancora vivo. A ridurlo così è stato l’uomo alto e grasso che sta di fronte a lui e tiene in mano una mazza da baseball. Il terzo è un individuo distinto, elegante, che guarda la scena con le mani in tasca.
Non si sa cosa abbia fatto l’uomo appeso a testa in giù, ma sta di fatto che i due sono molto contrariati. “Sono stati i colombiani”, urla per difendersi, ma quello grasso gli sta buttando un liquido addosso e sta chiedendo al suo collega di preparare il saldatore, quando si sente giungere una musica nella stanza.
I due devono essere di quelli a cui non piacciono i contrattempi, così il signore elegante si allontana per controllare cosa succede.
Non vedendolo tornare, anche il grassone si allontana un momento. Entrambi non ritorneranno più dal buio della stanza, da cui riemerge un’altra figura. Nel buio non si vede bene, ma è alto, indossa un cappotto lungo e fuma una sigaretta. Uno che l’uomo appeso a testa in giù non aveva mai visto prima, ma poco importa. Qualunque cosa fosse successa in quella stanza poco prima, quel tizio è l’unico modo che ha per salvare la pelle, così gli chiede aiuto.
Quello si ferma, lo guarda chiede se vuole fumare e gli lancia la sigaretta.
Gotham City è una città dura, dove capita che per sopravvivere uno debba essere costretto a sporcarsi le mani. Nessuno ha la coscienza pulita, e tutti hanno qualcosa da temere.
Proprio tutti, a quanto pare, visto che alcuni tra i più potenti boss della malavita locale stanno finendo uccisi per mano di un misterioso assassino che sembra conoscerne le abitudini.
Intanto Bruce Wayne, ricco magnate proprietario di una delle più grosse industrie mondiali con sede in città, da qualche tempo fa strani sogni.
Sogni confusi, che riguardano la sua infanzia, poco prima che i genitori morissero. C’è la scuola privata che frequentava in quel periodo, un suo amico di allora e il preside.
Non ha avuto una vita facile, Bruce, nonostante le apparenze. Dietro le ricchezze si nascondono il dolore , l’insicurezza e un fragile equilibrio psicologico, che lo portano a passare gran parte della sua vita nascosto dietro una maschera, a lottare contro persone cattive con metodi spesso ugualmente brutali.
Nessuno lo sa, tranne le poche persone di cui si fida, ma Bruce Wayne è Batman, l’uomo vestito da pipistrello che si aggira tra le strade buie della violenta metropoli. Per alcuni un eroe, per altri un criminale a sua volta.
Indagando su questa strana serie di delitti il detective mascherato scoprirà che esiste un filo che legava le vite delle vittime, una storia iniziata tanto tempo fa in un monastero sperduto tra le montagne di in un piccolo Stato dell’Europa Centrale.
Eppure, se le cose stessero davvero così, vorrebbe dire che il killer che semina sangue a Gotham è una persona nata quasi tre secoli fa. Impossibile, eppure il fantasma di cui parlano i monaci del vecchio monastero Bruce Wayne lo conosce bene, perché lui quell’uomo, o uno che gli somiglia parecchio, l’ha già visto, da bambino, nella vecchia scuola in cui ora rivive i suoi incubi notturni.
E’ possibile che sia davvero la stessa persona? In altre parole, esistono i demoni? Sembra incredibile eppure, scriveva Arthur Conan Doyle, “Una volta eliminato l’impossibile, ciò che rimane, per quanto poco probabile sia, deve essere la verità”.
Tutto ciò e tanto altro è “Gothic”, capolavoro di Grent Morrison che torna in fumetteria nel nuovo volume Lion.
Sfruttando anche le meravigliose tinte scure che il disegnatore Klaus Janson sceglie per conferire all’opera quel senso di astratto e fantastico, Morrison mette su una storia leggendaria, che ti attacca dalla prima pagina, cupa, crudele.
Alla fine tanti dubbi e una sola certezza. Il male genera sempre altro male, si annida nel cuore degli uomini e li trasforma. Nessuno ne è immune, e solo conoscendolo si può affrontare.
Non verrà mai sconfitto, eppure vale la pena combatterlo per proteggere chi si ama, la città dove si è cresciuti, o per dare pace a chi non c’è più, anche se si tratta di una suora torturata e uccisa trecento anni fa.
Perché almeno loro, i morti, meritano di andare in pace, mentre noi dobbiamo restare e continuare a lottare, a Gotham City e in qualunque altra parte del mondo, con o senza una maschera sul volto, tra le pagine di un fumetto o nella vita di ogni giorno.

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Salernitana, Primavera: le dichiarazioni di mister Rizzolo

La Salernitana Primavera torna con un buon punto da Trapani, grazie all’1-1 in casa della seconda forza del campionato. Le dichiarazioni di mister Rizzolo.
Primavera,...

Todis Salerno ’92, riecco il successo: espugnata Potenza alla prima di Russo

La Todis Salerno ’92 torna alla vittoria nel giorno dell’esordio in panchina del nuovo allenatore, Aldo Russo.
Russo: “Grande disponibilità di tutta la...

Qui Chievo, Marcolini: "Tutti noi affrontiamo la Salernitana"

Monday night per il Chievo Verona, che sarà impegnato lunedì contro la Salernitana. E' però tempo di conferenza stampa, con mister Michele Marcolini che...

La Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno sconfitta a Brescia

Come da pronostico la Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno sabato sera esce sconfitta dal campo dell’AN Brescia nella gara valevole per la prima giornata di ritorno del...

#Salernitana100: 15 febbraio 1920-15 febbraio 2020

Il 15 febbraio del 1920 la Salernitana disputava la sua prima gara ufficiale in trasferta sul campo dello Stabia, vinta 1-0 grazie al gol di Aliberti al 75′.
A 100 anni...

Qui Chievo, Segre: "Più concreti che a inizio stagione, vogliamo la Serie A"

Il centrocampista del Chievo Jacopo Segre ha parlato dalle colonne del Corriere Veneto della sua stagione da stakanovista, il più giovane della Serie B, con 23 gare su 23...

Aldo Russo è il nuovo allenatore della Todis Salerno ‘92

Sarà Aldo Russo l’allenatore della Todis Salerno ’92, in sostituzione di Andrea Forgione. Il nuovo coach guiderà le granatine a partire da domani...

La Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno al giro di boa del campionato

Seconda trasferta consecutiva per la Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno, che sabato 15 febbraio, alle ore 18, nella prima giornata del girone di ritorno, sarà a...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante