Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

Nuvole d'arte Nathan Never La trilogia di Angel: domande a cui nemmeno il futuro non sa rispondere

29/05/2015

La prima cosa a cui ho pensato appena finito di leggere “Nathan Never 286 – L’angelo della distruzione”, ultimo capitolo della “Trilogia di Angel”, iniziata a Febbraio con “Rivelazione” e proseguita con “La mela di Eris” fino al già citato, è una scena di “Signs”, sottovalutato film di M.Night Shyamalan in cui Graham, un ex pastore interpretato benissimo da Mel Gibson, e altri abitanti di un paesino si trovano coinvolti nello strano caso di misteriosi disegni che appaiono nei campi di grano della zona.
Mi riferisco ad un dialogo tra Gibson e suo fratello Merrill (Joaquin Phoenix) mentre stanno guardando in tv uno speciale su delle luci comparse nel cielo ovunque nel mondo si trovino quei disegni.
Secondo il protagonista “gli uomini si dividono in due grandi gruppi: quando gli capita un colpo di fortuna, i primi ci vedono di più che mera fortuna, che mera coincidenza, lo vedono come un segno, come la prova che esiste davvero qualcuno lassù che veglia su di loro; per i secondi è solo un caso, un fausto, concorso di circostanza. Ecco, quello che devi chiederti è che tipo di persona sei. Sei di quelli che vedono segni o miracoli o pensi che sia solo il caso a governare il mondo? Insomma, in altri termini: è possibile che le coincidenze non esistano?”.
Quando Padre Keldan, seguace del culto della “Divina Presenza”, riceve un misterioso segnale da una macchina da lui costruita crede immediatamente che si tratti di un segno divino. Il tutto si limiterebbe a rimanere ristretto ad un piccolo gruppo di persone credenti del movimento religioso, se non fosse per il fatto che un giorno, durante un sermone, dalla macchina compare una ragazza che sembra avere il dono di leggere e guarire le persone. Quella che prima era una piccola congrega di fondamentalisti si trova al centro dell’attenzione di tutto il mondo.
L’opinione pubblica si divide subito in due: da un lato ci sono quelli per cui Angel è una creatura divina inviata agli uomini per purificare un mondo in cui il peccato è diventata la regola, dall’altro quelli che ribattono che è solo un imbroglio, preparato ad arte da Padre Keldan per diffondere il proprio culto con l’inganno.
Toccherà all’Agenzia Alfa indagare sul conto del pastore. Soprattutto, “chi è, e da dove viene davvero Angel?”, è la domanda su cui si concentra l’attenzione dell’agente Nathan Never e dei suoi colleghi.
Dubbi che aumenteranno sempre più, quando il presidente dell’associazione scientifica che si era opposto pubblicamente a Keldan e Angel morirà fulminato e un’intera strada, frequentata da prostitute e spacciatori, verrà distrutta da un esplosione di cui non si capisce l’origine.
Arrivare alla soluzione non sarà semplice, e l’indagine metterà seriamente alla prova le convinzioni dei protagonisti. Ancora una volta ne escono benissimo i personaggi di Legs e Sigmund, confermando il meraviglioso lavoro degli autori della serie sui personaggi prima che sulle trame.
Il finale si apre a interrogativi ancora più grandi. Se, infatti, verranno sciolti i dubbi su chi sia Angel e come mai non esiste traccia del suo passato nella sua memoria, saranno i motivi del suo arrivo nel nostro mondo ad aprire le porte sulla questione che resta, almeno per il momento, irrisolta, vale a dire chi l’ha mandata.
Ancora una volta sta alla libertà di pensiero delle persone credere una cosa o l’altra. Del resto, ancora una volta, la “Città dell’Est” si mostra come teatro di un futuro in cui l’umanità ha scelto di nascondere dietro l’ingannevole bella facciata della tecnologia la propria incapacità di interrogarsi sulle domande che da sempre la perseguitano e a cui, forse, per timore della verità sceglie di non dare una risposta.
Perchè, come diceva Graham, gli uomini del primo gruppo in quelle luci “scorgono il miracolo e nel profondo sono convinti che qualunque cosa avvenga, c'è sempre qualcuno lassù che li protegge... e questo li riempie di speranza”, mentre “quelli del secondo gruppo guardano quelle quattordici luci con molto sospetto. Per loro questa situazione è "metà e metà": può essere brutta e può essere bella. Ma nel profondo sono convinti che qualunque cosa accada essi sono soli... e questo li riempie di paura”.
Forse, tra questi due gruppi, ne esiste un terzo, molto più numeroso, fatto di gente normale, che ogni mattina esce per andare a lavoro e la sera torna a casa dalla famiglia. Persone che preferiscono tenersi dentro le loro cose, e che di fronte ad una ragazza che sembra arrivata dal cielo per alcuni e una matta per altri, preferiscono spegnere la tv o cambiare canale, scegliendo semplicemente “di non chiedersi…”.
Con questo ci salutiamo, “Nuvole d’arte” va in vacanza cari ragazzi. Se state già prendendo i fazzoletti non fatelo, non vi lasceremo soli tutta l’estate, anche se detta così suona più come una minaccia.
Tanto per cominciare, settimana prossima ce ne andiamo al Cavacon, pensavate davvero che non avremmo preparato niente per l’occasione?
Nel frattempo, e qui il fazzoletto serve a me, ringrazio chiunque abbia letto, visto o anche solo aperto per caso la nostra pagina finora. Viva i fumetti, ragazzi, e a presto!

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Solidarietà, D’Avenia: “Acquistate nuove mascherine grazie al successo del crowfunding lanciato dal Centro Studi Super Sud”

Nella difficile battaglia contro il contagio da Coronavirus ogni contributo fatto con entusiasmo ha un valore enorme. Ne è la prova il crowfunding lanciato dal Centro...

Salvatore Parisi, Coordinatore regionale Anffas Campania, smentisce la notizia di FP Cgil Salerno: “Siamo già titolari di un nostro contratto rinnovat

Nella giornata di ieri è stata veicolata la notizia da parte di FP Cgil Salerno in cui si è appresa la positiva notizia inerente l’avvio della consultazione...

Famiglie e giovani, D’Avenia: “Garantiamo un futuro migliore attraverso sostegni familiari. Aboliamo il bollo sulla prima auto e investiamo sul protag

L’emergenza sanitaria, legata alla pandemia da Covid-19, ha creato non poche difficoltà alle famiglie italiane che si sono trovate a fronteggiare questioni...

Turismo in Campania, D’Avenia: “Nell’era post Covid, rilanciamo l’economia locale attraverso le bellezze del nostro territorio”

L’approssimarsi dell’estate pone inevitabilmente dinanzi ad un bivio tortuoso creatosi dal Covid-19: la riapertura del turismo.Il turismo, come si puo’...

Servizio ai trasporti per persone con disabilità: è ancora guerra tra Fondazione Salernum Anffas Onlus e i Comuni dell’Agro Nocerino Sarnese e dell’Ir

Una vera e propria guerra che non riesce a vedere la parola fine quella che sta combattendo da mesi Fondazione Salernum Anffas Onlus per il riconoscimento del servizio ai...

Il nuovo singolo di Francesco Key B è featuring con il celebre cantante partenopeo Raffaello

Dopo diversi brani già all’attivo, che lo hanno visto come un vero e proprio mago del recupero musicale partenopeo, Francesco Key B, all’anagrafe Francesco...

Alla Villa Cortese di Terzigno casting di moda, cinema e musica il 20 giugno promosso da Mondo Eventi Campania

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO
 
Dopo il lungo periodo di quarantena per l’emergenza Coronavirus che ha bloccato forzatamente le principali attività produttive,...

Famiglie bisognose in Campania, D’Avenia: “Serve una strategia per lo sviluppo economico e sociale del nostro territorio”

A quasi un mese dall’inizio della Fase 2, è tempo per l’Italia fare i conti con i contraccolpi economici della pandemia di Covid-19.Come già indicato...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante