Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

Nuvole d'arte Topolino 3123: paperi e topi alla festa dei nonni

02/10/2015

Salutare un amico dopo un po’ di tempo che non ci si vede non è mai facile, non vedi l’ora ma quando ce l’hai di fronte accade sempre che non sai da dove cominciare.
Non è facile salutarne uno, figuriamoci salutarne tanti. Ci sono tantissime cose che potrei dire, ma pensandoci bene la nuova stagione sarà lunga, trovare le parole adatte è un lavoraccio, mettiamoci che sia io che voi siamo impazienti di parlare di fumetti quindi accontentatevi di un “ciao” pieno d’enfasi e cominciamo.
Quando diciamo “leggendo i fumetti s’impara” non stiamo usando l’ennesimo luogo comune, solo non stiamo usando il termine più corretto. Secondo me leggendo i fumetti, anzi, leggendo e basta, si “scopre”.
E così pochi giorni fa, grazie all’immancabile appuntamento settimanale con Topolino, scopro, appunto, che esiste una “Festa dei nonni”, nata in America grazie ad una simpatica iniziativa di una signora del West Virginia nonna di ben quaranta (40!) nipoti e trapiantata dal 2005 anche nel nostro paese, che si festeggia…oggi!
Avete capito bene, se avete l’immensa fortuna di poterlo fare correte a festeggiare quei simpatici “ragazzi” che ogni giorno vi rendono un po’ più adulti tornando, loro, un po’ più giovani per starvi dietro.
“Topolino 3123”, oltre alla conclusione, almeno per il momento, della divertentissima seconda serie “I milioni di Paperone” (ne parleremo prossimamente), ha dedicato alla ricorrenza due belle storie: “Nonna Papera e Nonno Bassotto, la strana coppia” e “Pippo e l’asso dei cieli”.
La prima, firmata da Gaia Arrighini con i disegni di Alessandro Perina, è un ottimo affresco delle simpatiche divergenze di visione del mondo tra giovani e meno giovani. Siate onesti, chi di voi non ha mai sentito dai propri nonni (almeno mille volte) la famosa frase che inizia con “ai miei tempi…”.
Già, perché la cosa bella dei nonni è che portano con sé il tempo, o meglio tanti tempi diversi. Sono lo straordinario risultato di tante vite passate e tanti ricordi da raccontare, una fortuna che spesso ci sfugge, come succede ai Bassotti e a Ciccio.
Dopo l’ennesimo battibecco (ed essendo a Paperopoli lo possiamo ben dire) coi giovani di casa Nonno Bassotto e Nonna Papera si incontrano per caso al parco, visto che “casualmente” l’anziana papera sventa un tentativo di borseggio da parte del Bassotto, ma si sa ognuno passa le giornate come gli pare.
Dopo la diffidenza iniziale, i due scopriranno tanti interessi in comune, e la trama che ne viene fuori, un po’ “Non è mai troppo tardi”, risulterà divertente e condita da quel pizzico di romanticismo che, non scadendo mai nel mieloso, da quel tocco di magico al tutto.
L’altra storia, che unisce l’autore che è forse, facendo una media da qualità e numero di storie prodotte, il più numero 1 di casa Disney di questi ultimi anni, Vito Stabile, e il disegnatore più spassoso che ci sia al mondo, Stefano Intini, vede il nostro simpatico amico con la testa tra le nuvole ricevere l’inaspettata visita di suo nonno Walter, aviatore famoso e pluridecorato.
Sembra incredibile, a Topolino e agli altri amici, che il vecchio Walter possa nutrire una sorta di rancore nei confronti di uno come Pippo, tanto che l’istinto da detective lo spingerà ad indagare la vita del puntiglioso vecchietto finchè non si scoprirà il motivo della vecchia incomprensione.
Come già accaduto in altre storie di Stabile la trama, pur bella e movimentata, passa in secondo piano, o meglio diventa l’ingranaggio che muove l’evoluzione dei protagonisti, portandoli, da una parte e dall’altra ad indagare sui propri errori e a pentirsene.
Anche qui non c’è banalità, tranne il motivo che ha innescato la crisi del rapporto, quasi un invito a riflettere su come la testardaggine e l’orgoglio, troppo spesso, arrivino a privarci delle persone a cui vogliamo bene.
Da segnalare l’ottimo uso del lato comico di Topolino che, mentre sputa fiamme dopo aver bevuto un sorso della bevanda “appena un po’ forte” per cui vanno matti al paese di Walter, fa da contrasto ad un Pippo stavolta più serio, in alcuni tratti quasi malinconico.
Che belli i nonni, ogni giorno ci raccontano di loro e ci spingono a raccontare di loro, attraverso film, libri, fumetti. I miei sono in ognuno dei ricordi più belli della mia vita, credo, spero, che sia lo stesso per voi.
Avete un altro motivo per stare allegri, a partire da ora ci vediamo di nuovo tutte le settimane, perché vi vogliamo bene, o forse solo per manie di protagonismo. Ad ogni modo si spengano pure le luci e si alzi il sipario ragazzi, “Nuvole d’arte” è tornato!

 

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Solidarietà, D’Avenia: “Acquistate nuove mascherine grazie al successo del crowfunding lanciato dal Centro Studi Super Sud”

Nella difficile battaglia contro il contagio da Coronavirus ogni contributo fatto con entusiasmo ha un valore enorme. Ne è la prova il crowfunding lanciato dal Centro...

Salvatore Parisi, Coordinatore regionale Anffas Campania, smentisce la notizia di FP Cgil Salerno: “Siamo già titolari di un nostro contratto rinnovat

Nella giornata di ieri è stata veicolata la notizia da parte di FP Cgil Salerno in cui si è appresa la positiva notizia inerente l’avvio della consultazione...

Famiglie e giovani, D’Avenia: “Garantiamo un futuro migliore attraverso sostegni familiari. Aboliamo il bollo sulla prima auto e investiamo sul protag

L’emergenza sanitaria, legata alla pandemia da Covid-19, ha creato non poche difficoltà alle famiglie italiane che si sono trovate a fronteggiare questioni...

Turismo in Campania, D’Avenia: “Nell’era post Covid, rilanciamo l’economia locale attraverso le bellezze del nostro territorio”

L’approssimarsi dell’estate pone inevitabilmente dinanzi ad un bivio tortuoso creatosi dal Covid-19: la riapertura del turismo.Il turismo, come si puo’...

Servizio ai trasporti per persone con disabilità: è ancora guerra tra Fondazione Salernum Anffas Onlus e i Comuni dell’Agro Nocerino Sarnese e dell’Ir

Una vera e propria guerra che non riesce a vedere la parola fine quella che sta combattendo da mesi Fondazione Salernum Anffas Onlus per il riconoscimento del servizio ai...

Il nuovo singolo di Francesco Key B è featuring con il celebre cantante partenopeo Raffaello

Dopo diversi brani già all’attivo, che lo hanno visto come un vero e proprio mago del recupero musicale partenopeo, Francesco Key B, all’anagrafe Francesco...

Alla Villa Cortese di Terzigno casting di moda, cinema e musica il 20 giugno promosso da Mondo Eventi Campania

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO
 
Dopo il lungo periodo di quarantena per l’emergenza Coronavirus che ha bloccato forzatamente le principali attività produttive,...

Famiglie bisognose in Campania, D’Avenia: “Serve una strategia per lo sviluppo economico e sociale del nostro territorio”

A quasi un mese dall’inizio della Fase 2, è tempo per l’Italia fare i conti con i contraccolpi economici della pandemia di Covid-19.Come già indicato...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante