Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

Frammenti di rock: "Viaggio senza vento"dei timoria

15/10/2014

Quale modo migliore di iniziare il nostro viaggio nel mondo del rock se non con un album che parla proprio di un viaggio? Si tratta di lui,il mitico ”Viaggio senza vento” dei Timoria. L’album esce nel 1993 ed è un vero e proprio concept, cosa quantomeno inusuale per quegli anni (si trattava infatti di una formula molto in voga negli anni 70). Nonostante questa struttura che potremo definire datata, per la qualità del prodotto e per il tipo di sonorità, l’album presenta una contemporaneità davvero notevole, soprattutto per il periodo in cui uscì. La storia parla di un personaggio fittizio di nome Joe che deve affrontare per l' appunto un viaggio interiore che lo porterà a riscoprire se stesso (la storia è interamente scritta nel booklet). Proprio per la sua grande caratteristica di essere un concept album le canzoni all’interno sono strettamente legate tra loro, è questo può essere sia positivo, data la grande omogeneità dell’opera, sia negativo, poichè a volte l’ascolto di una singola canzone può risultare difficile.

Per quanto riguarda le sonorità l’album sicuramente non è il più aggressivo del quintetto bresciano, ma sicuramente il più completo e soprattutto il più curato a livello di arrangiamenti. Infatti si spazia da canzoni tirate e di grande impatto quali “senza vento”, ”il guardiano di cani”, a ballate più dolci ma non prive di mordente come la notissima “Sangue impazzito”, non mancano neanche le sperimentazioni come ad esempio il funk di “Lombardia” o la bellissima piano e voce “Freedom”, dove la voce del cantante Francesco Renga viene messa in primo piano, il tutto supportato da un atmosfera quasi gospel.

Non mancano neanche le collaborazioni: infatti troviamo la presenza di Eugenio Finardi alla voce, e Candelo Cabezas (noto per aver fatto parte dei Litfiba) alle percussioni in “Verso oriente” mentre al violino in “Lombardia” vi è il maestro Mauro Pagani.

Insomma ci troviamo di fronte ad un album importante, importante per tanti motivi: perchè diede la meritata visibilità ai timoria, perchè racconta una storia, cosa oggi difficile da trovare, ma soprattutto importante perché volendo o non volendo è un album, che forse  non avrà segnato un’ epoca, che forse oggi è finito un pò nel dimenticatoio, ma che sicuramente ha lasciato una traccia forte nelle persone, sia quelle che hanno vissuto direttamente il "fenomeno timoria", sia quelle che oggi lo ascoltano cercando di immaginare quei momenti. Amici, abbiamo un album italiano che possiamo definire in una sola parola rock e quantomeno dobbiamo ai timoria, cosi come ad altri, il merito di aver dimostrato che il rock non è solo quello inglese o americano ma anche italiano, e italiano di qualità.

Tag: Rock, Timoria
Francesco Salernitano - ExtraTime - - Vai alla Home

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Tutto pronto per la XVII del Memorial Giovanni Caressa

Si terrà questa sera il “Memorial Giovanni Caressa”, dedicato all’indimenticabile fondatore dell’Associazione che, da oltre cinquant’anni,...

A Salerno il docufilm “Arcana – La leggenda del Ponte dei Diavoli” del regista Alfonso Della Rocca

Si svolgerà venerdì 18 giugno 2021 alle ore 20.00, presso la chiesa di Santa Margerita (via Santa Margherita - Salerno), la presentazione del docufilm...

Grande successo per la prima edizione di PowWow Fashion Tech Week

Nell’anno più difficile per l’intero settore degli eventi, PowWow Fashion Tech Week ha registrato un grande successo per la sua prima edizione. Non...

La ministra per le disabilità Erika Stefani in visita presso la Fondazione Anffas Salerno “Giovanni Caressa Onlus”

La ministra per le disabilità nel governo Draghi, Erika Stefani, sarà domani in visita presso la Fondazione Anffas Salerno “Giovanni Caressa Onlus”...

Fondazione Anffas Salerno “Giovanni Caressa Onlus” diventa centro vaccinale

Fondazione Anffas Salerno “Giovanni Caressa Onlus” (via Del Tonnazzo, 83 SA) diverrà centro vaccinale destinato, non solo alle persone con disabilità,...

Pow-Wow Fashion Tech Week: il primo evento italiano dedicato alla moda e alle tecnologie applicate

Si terrà dal 18 al 20 maggio Pow-Wow Fashion Tech Week, il primo summit italiano a respiro internazionale sul futuro dell’industria moda e non solo, che si...

Nasce In Basilicata Pow-Wow Fashion Tech Week, il primo summit italiano a respiro internazionale dedicato all’innovazione e alle tecnologia

Organizzato da Heroes S.r.l., la società potentina promotrice tra le altre di “Heroes, meet in Maratea” (goheroes.it), Pow-Wow Fashion Tech Week, che si...

La moda diventa digitale con Pow-Wow Fashion Tech Week 2021

È tutto pronto per Pow-Wow Fashion Tech Week, il primo evento italiano dedicato all’innovazione e alle tecnologie applicate al mondo del fashion, del beauty e del...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante