Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

Nuvole d'arte Un pensiero a Charlie Hebdo, e a cosa siamo...

09/01/2015

Di quante cose avremmo potuto parlare oggi…
Di un meraviglioso “Topolino 3083”, ad esempio, tutto natalizio che ci ha regalato una perla indimenticabile come “Topolino e l’albero di Holly”, oppure della nuova edizione invernale del Cavacon, fiera che si svolge semestralmente a Cava Dè Tirreni e che ci ha regalato la gioia di conoscere una persona splendida come Mino Caprio, o ancora di “Big Hero 6”, il nuovo classico Disney nato da una contaminazione con la Marvel.
Ne avremmo potuto parlare, ci saremmo divertiti un mondo, ma c’è qualcosa di cui, oggi, DOBBIAMO parlare.
Se girando su facebook cliccate sulla pagina ufficiale di “Jenus” di Don Alemanno, una delle più belle creazioni satiriche del fumetto di sempre, troverete una vignetta molto particolare.
Sotto la Tour Eiffel, in una Parigi coperta di nuvole cariche di pioggia, sfila un corteo di bare.
L’ultima è portata in spalla da Jenus e Maometto. Il primo si rivolge al secondo chiedendo “Ma cosa abbiamo sbagliato?” e l’altro risponde “Specie, fratello”.
Mercoledì mattina un attentato alla sede della rivista satirica parigina “Charlie Hebdo” ha privato della vita 12 persone. “Merito” di gente che vede la libertà (sacra) degli uomini di poter scrivere e disegnare quello che pensano come un crimine.
Quello che è successo non è qualcosa che ha colpito solo il mondo della stampa, o dell’editoria più in generale; queste sono cose che fanno male, male ad un’intera cultura che nella democrazia, e nei suoi principi, si rispecchia.
Continuo a pensare che, malgrado tutto, nel mio paese, e in Europa, di questo credo dobbiamo essere il faro.
Nonostante le continue urla che incitano alla violenza, alla morte, quando parliamo di pace parliamo della cosa giusta.
Quella matita, che oggi milioni di persone in tutta Europa impugnano, dimostra che noi siamo migliori di questo, migliori di una parte di mondo in cui l’odio e la morte sono ragioni di vita, migliori di un’altra parte che si è arricchita sulle nostre spalle e nella guerra continua a vedere barbare ragioni di arricchimento.
Anche qui, tanto tempo fa, i giornalisti, gli scrittori, i fumettisti non erano liberi di pubblicare quello che volevano. La nostra forza sta nell’essere figli e nipoti di quelle persone per sapere cosa è giusto e cosa no; non ci servono idioti d’oltreoceano che si sentono in obbligo di fare la solita sciatta morale.
A chi dubita, a chi pensa che non c’è castigo giusto per questi individui se non quello di reagire come loro, da questo piccolo, piccolissimo spazio che una volta a settimana vi parla di fumetti permettetemi (da laico convinto) di dire che quelle matite sono l’arma più potente.
Jenus e Maometto che portano insieme la bara sono la dimostrazione di quello che l’Europa è, dovrebbe essere, oggi: un posto in cui le persone parlano di pace perché hanno visto quanto orribile sia la guerra e la dittatura.
Un posto, insomma, in cui abbiamo capito.
Come aveva capito il grande Pino Daniele, maestro, poeta della mia terra, quando nella bellissima “Resta cù mme” cantava “Ci vuol coraggio…a chiamarlo amore”.

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Salvatore Parisi, Coordinatore regionale Anffas Campania, smentisce la notizia di FP Cgil Salerno: “Siamo già titolari di un nostro contratto rinnovat

Nella giornata di ieri è stata veicolata la notizia da parte di FP Cgil Salerno in cui si è appresa la positiva notizia inerente l’avvio della consultazione...

Famiglie e giovani, D’Avenia: “Garantiamo un futuro migliore attraverso sostegni familiari. Aboliamo il bollo sulla prima auto e investiamo sul protag

L’emergenza sanitaria, legata alla pandemia da Covid-19, ha creato non poche difficoltà alle famiglie italiane che si sono trovate a fronteggiare questioni...

Turismo in Campania, D’Avenia: “Nell’era post Covid, rilanciamo l’economia locale attraverso le bellezze del nostro territorio”

L’approssimarsi dell’estate pone inevitabilmente dinanzi ad un bivio tortuoso creatosi dal Covid-19: la riapertura del turismo.Il turismo, come si puo’...

Servizio ai trasporti per persone con disabilità: è ancora guerra tra Fondazione Salernum Anffas Onlus e i Comuni dell’Agro Nocerino Sarnese e dell’Ir

Una vera e propria guerra che non riesce a vedere la parola fine quella che sta combattendo da mesi Fondazione Salernum Anffas Onlus per il riconoscimento del servizio ai...

Il nuovo singolo di Francesco Key B è featuring con il celebre cantante partenopeo Raffaello

Dopo diversi brani già all’attivo, che lo hanno visto come un vero e proprio mago del recupero musicale partenopeo, Francesco Key B, all’anagrafe Francesco...

Alla Villa Cortese di Terzigno casting di moda, cinema e musica il 20 giugno promosso da Mondo Eventi Campania

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO
 
Dopo il lungo periodo di quarantena per l’emergenza Coronavirus che ha bloccato forzatamente le principali attività produttive,...

Famiglie bisognose in Campania, D’Avenia: “Serve una strategia per lo sviluppo economico e sociale del nostro territorio”

A quasi un mese dall’inizio della Fase 2, è tempo per l’Italia fare i conti con i contraccolpi economici della pandemia di Covid-19.Come già indicato...

“Decretiamo parità”, la nuova proposta a sostegno delle madri lavoratrici ad opera della Digital media strategist campana Isabella Borrelli

Le misure emergenziali alle quali noi italiani siamo stati chiamati, come lo smartworking di un’intera nazione e la chiusura temporanea di interi settori produttivi, hanno...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante