Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

Top & Flop Serie A Giornata 13

23/11/2015

TOP

3° - RIPRESA JUVE
Non c’è due senza tre e alla fine è arrivata anche la terza vittoria di fila della Juve, dopo quelle su Torino ed Empoli. Battuto 1 a 0 il Milan allo Juventus Stadium, in una partita tutt’altro che emozionante, decisa da un gol di Dybala al 65esimo del secondo tempo. Altri 3 punti per i bianconeri che raggiungono quota 21. La vetta è ancora lontana 9 punti, ma la Juve sembra essersi ripresa e con la rosa che ha a disposizione può sicuramente dire la sua in questo campionato. La Juventus si affaccia alle zone alte, Inter e le altre devono tenere alta la guardia.

2° - CURA DONADONI
Nelle prime 10 giornate il Bologna era tra le più brutte squadre da vedere del nostro campionato. Zero gioco, solo 6 punti guadagnati, negli scontri diretti contro le altre due neopromosse, e ultimo posto in classifica per la squadra allenata da Delio Rossi, a cui viene dato il ben servito dopo la sconfitta contro l’Inter. Per rimpiazzarlo la società mette sotto contratto Roberto Donadoni, reduce dal fallimento del Parma, stranamente svincolato. Nessuna squadra, infatti, questa estate, ha pensato di affidargli la propria panchina. Sbaglio? Probabilmente sì. Buono per il Bologna che dal suo arrivo ha guadagnato in grinta, gioco e punti. In tre partite il tecnico bergamasco ha già fatto meglio del suo predecessore, con due vittorie, contro Atalanta e Verona, e un rocambolesco pareggio questa giornata contro la Roma. Il Bologna esce dalla zona calda della classifica e può tirare un leggero sospiro di sollievo grazie alla cura Donadoni.

1° - LEICESTER CITY
Questa giornata, per il primo posto tra i top, usciamo dal nostro campionato. Perché c’è un allenatore italiano che sta vivendo una favola bellissima in Premier League. È la favola di Claudio Ranieri e del suo Leicester City. Il tecnico romano, infatti, in questo momento si trova a comandare il campionato della patria del calcio alla guida di questa squadra semi-sconosciuta. 4 vittorie consecutive, 12 risultati utili su 13, miglior attacco con 28 gol segnati, e un giocatore, Jamie Vardy, che fino a 5 anni fa giocava in quarta divisione e lavorava in fabbrica, capocannoniere con 13 reti messe a segno, questi i numeri incredibili del Leicester. Ora non si sa quanto durerà questo momento da sogno per Ranieri e la sua squadra, probabilmente poco, visto che a rincorrere ci sono mostri sacri come City, United e Arsenal, ma queste storie sono sicuramente quelle che ci fanno amare sempre di più questo sport.

FLOP

3° - 0 GOL CONTRO LE GRANDI
Tra i problemi del Milan di quest’anno, che non sono pochi, c’è anche quello dell’attacco che non riesce ad essere pericoloso contro le grandi. Quest’anno il Milan ha già affrontato Fiorentina, Inter, Napoli e, proprio questa giornata, la Juventus. Quattro partite e altrettante sconfitte senza segnare nemmeno un gol per i rossoneri. Un vero problema per la squadra di Mihajlovic che non riesce a brillare nemmeno in quello che è il reparto più potenziato rispetto lo scorso anno, vedi Bacca, giocatore che è già a quota 6 gol, ma contro le grandi si eclissa del tutto e sforna prestazioni pessime. Per poter arrivare in europa l’anno prossimo, i rossoneri dovranno rimediare anche a questo grattacapo.

2° - LA COERENZA DEL TIFOSO VERONESE…
Questa giornata c’è stato Verona – Napoli, partita sempre molto sentita dalle due tifoserie. Anche questa volta ci sono stati i soliti cori beceri e ignoranti da parte di una frangia di tifosi veronesi. “Napoli colera” e “Vesuvio lavali col fuoco”, canti che ormai i tifosi del Napoli sono abituati a subire senza che il problema riesca ad essere risolto, perché è difficile, o magari non si può e non si vuole, allontanare certi idioti dagli stadi. Idioti, sì, perché solo così si può definire una persona che prima canta la marsigliese in solidarietà verso il popolo francese, o che magari ha come immagine Facebook la bandiera della Francia, e poi inneggia alla morte di 1 milione e mezzo di persone.

1° - … E QUELLA DEL TIFOSO INTERISTA
Stesso discorso di sopra anche per i tifosi interisti. Durante Inter – Frosinone, infatti, si sono sentiti ripetutamente i cori di cui si è parlato sopra. Cosa c’entrassero i napoletani in una partita contro il Frosinone lo sanno solo quei pochi ignoranti che hanno partecipato ai cori. Perché ci tengo a sottolineare che è sempre e solo una parte di tifo che si presta a questi canti beceri, la maggior parte della gente va allo stadio per divertirsi e tifare la propria squadra.

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Salernitana, Primavera: le dichiarazioni di mister Rizzolo

La Salernitana Primavera torna con un buon punto da Trapani, grazie all’1-1 in casa della seconda forza del campionato. Le dichiarazioni di mister Rizzolo.
Primavera,...

Todis Salerno ’92, riecco il successo: espugnata Potenza alla prima di Russo

La Todis Salerno ’92 torna alla vittoria nel giorno dell’esordio in panchina del nuovo allenatore, Aldo Russo.
Russo: “Grande disponibilità di tutta la...

Qui Chievo, Marcolini: "Tutti noi affrontiamo la Salernitana"

Monday night per il Chievo Verona, che sarà impegnato lunedì contro la Salernitana. E' però tempo di conferenza stampa, con mister Michele Marcolini che...

La Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno sconfitta a Brescia

Come da pronostico la Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno sabato sera esce sconfitta dal campo dell’AN Brescia nella gara valevole per la prima giornata di ritorno del...

#Salernitana100: 15 febbraio 1920-15 febbraio 2020

Il 15 febbraio del 1920 la Salernitana disputava la sua prima gara ufficiale in trasferta sul campo dello Stabia, vinta 1-0 grazie al gol di Aliberti al 75′.
A 100 anni...

Qui Chievo, Segre: "Più concreti che a inizio stagione, vogliamo la Serie A"

Il centrocampista del Chievo Jacopo Segre ha parlato dalle colonne del Corriere Veneto della sua stagione da stakanovista, il più giovane della Serie B, con 23 gare su 23...

Aldo Russo è il nuovo allenatore della Todis Salerno ‘92

Sarà Aldo Russo l’allenatore della Todis Salerno ’92, in sostituzione di Andrea Forgione. Il nuovo coach guiderà le granatine a partire da domani...

La Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno al giro di boa del campionato

Seconda trasferta consecutiva per la Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno, che sabato 15 febbraio, alle ore 18, nella prima giornata del girone di ritorno, sarà a...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante