Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

Top & Flop Serie A Giornata 26

24/02/2016

TOP

3° - MILAN
Dopo la batosta presa nel turno di andata, il Milan si riscatta al San Paolo, contro il Napoli, costringendo la formazione partenopea al pareggio e confermando il buon periodo di forma. Dopo il gol di Insigne al 39’, sporcato da una deviazione di Abate, è subito arrivato il pareggio di Bonaventura al 44’, giocatore che ha il vizio di segnare contro gli azzurri. Secondo tempo di sofferenza, chiudendosi bene in difesa, grandissima prova di tutti i giocatori chiamati a proteggere la porta di Donnarumma, e qualche contropiede che ha fatto anche preoccupare i tifosi napoletani. Alla fine il risultato dice 1 a 1, bene per la squadra di Mihajlovic che crede sempre di più a un posto in Europa.

2° - BOLOGNA
Il Bologna non smette mai di stupire e questa volta riesce nell’impresa di fermare la striscia di 15 vittorie consecutive della Juve, costringendo i bianconeri al pareggio. La partita si è chiusa senza gol, il Bologna ha fatto valere la sua buona organizzazione di gioco e forma fisica, pressando alta e non facendo ragionare le linee avversarie. Le occasioni sono state poche sia da una parte che dall’altra, un tiro di Destro da fuori parato da Buffon nel primo tempo, per la formazione di casa, e poi la reazione di orgoglio della Juve nel finale, che però ha creato pochi problemi. Adesso la squadra emiliana è nona in classifica a 34 punti, chissà come sarebbe se fosse stato preso prima Donadoni.

1° - LOTTA SALVEZZA
Oltre la lotta scudetto si accende anche quella per la salvezza. Si muove la classifica sul fondo: pareggiano Carpi e Frosinone, che salgono a quota 20 e 23 punti, e vince il Verona, che va a 18. Il risveglio di queste 3 squadre, preoccupa chi sta immediatamente sopra, vedi la Samp, ancora sconfitta, a sole 2 lunghezze dal Frosinone, ma non possono dormire sogni tranquilli nemmeno Palermo e Udinese, rispettivamente a 26 e 27 punti in classifica. Se andiamo a vedere l’andazzo delle ultime giornate, chi sta facendo vedere le cose migliori, anche sotto il piano del gioco e della convinzione, sono proprio le ultime tre della classifica, che quindi danno una svolta al campionato, infuocando anche la lotta per non retrocedere. Mancano 12 giornate e niente è sicuro.

FLOP

3° - NAPOLI
Sconfitta contro la Juve, che ha sancito il sorpasso dei bianconeri sugli azzurri, sconfitta contro il Villareal ai sedicesimi di Europa League, che ha complicato il discorso qualificazione, pareggio contro il Milan. Ma è proprio l’unico risultato positivo di questa striscia a bruciare di più. La squadra di Sarri con una vittoria avrebbe decretato il controsorpasso sulla Juve, riconquistando la vetta, e invece niente. Il Napoli, anche se padrone del gioco nei 90 minuti, non è riuscito a portare a casa i 3 punti, a fermarlo: il catenaccio rossonero e un palo, colpito da Dries Mertens. Non il periodo migliore per gli azzurri, che giovedì tornano in campo per giocarsi la qualificazione agli ottavi di Europa League, e lunedì, al Franchi, sfideranno la Fiorentina.

2° - SAMPDORIA
Altra sconfitta per i blucerchiati, stavolta contro l’Inter a San Siro, e anche questa volta tanti gol subiti, tre, e solo uno segnato. Una squadra partita per puntare a un posto in Europa in questo campionato, almeno nelle idee del vulcanico presidente Ferrero, che invece ora è in piena lotta per non retrocedere. Con le tre sul fondo della classifica che sembrano essersi svegliate, l’aria in casa Sampdoria si fa molto pesante.

1° - PALERMO
Chi allenerà il Palermo la prossima settimana? Una delle domande ricorrenti di questo campionato. Sembra ormai che ad ogni risultato negativo ci possa essere un cambio di panchina. Zamparini li sta provando proprio tutti per cercare di cavare qualcosa dalla sua squadra, ma non gli passa mai per la testa che magari un allenatore ha bisogno di tempo per portare un’idea di gioco, far si che la squadra la assimili, e arrivare a risultati positivi in campo. Adesso palla di nuovo a Iachini che, per iniziare, ha preso 5 gol contro la Roma, chissà quanto durerà stavolta.

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Salernitana, Primavera: le dichiarazioni di mister Rizzolo

La Salernitana Primavera torna con un buon punto da Trapani, grazie all’1-1 in casa della seconda forza del campionato. Le dichiarazioni di mister Rizzolo.
Primavera,...

Todis Salerno ’92, riecco il successo: espugnata Potenza alla prima di Russo

La Todis Salerno ’92 torna alla vittoria nel giorno dell’esordio in panchina del nuovo allenatore, Aldo Russo.
Russo: “Grande disponibilità di tutta la...

Qui Chievo, Marcolini: "Tutti noi affrontiamo la Salernitana"

Monday night per il Chievo Verona, che sarà impegnato lunedì contro la Salernitana. E' però tempo di conferenza stampa, con mister Michele Marcolini che...

La Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno sconfitta a Brescia

Come da pronostico la Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno sabato sera esce sconfitta dal campo dell’AN Brescia nella gara valevole per la prima giornata di ritorno del...

#Salernitana100: 15 febbraio 1920-15 febbraio 2020

Il 15 febbraio del 1920 la Salernitana disputava la sua prima gara ufficiale in trasferta sul campo dello Stabia, vinta 1-0 grazie al gol di Aliberti al 75′.
A 100 anni...

Qui Chievo, Segre: "Più concreti che a inizio stagione, vogliamo la Serie A"

Il centrocampista del Chievo Jacopo Segre ha parlato dalle colonne del Corriere Veneto della sua stagione da stakanovista, il più giovane della Serie B, con 23 gare su 23...

Aldo Russo è il nuovo allenatore della Todis Salerno ‘92

Sarà Aldo Russo l’allenatore della Todis Salerno ’92, in sostituzione di Andrea Forgione. Il nuovo coach guiderà le granatine a partire da domani...

La Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno al giro di boa del campionato

Seconda trasferta consecutiva per la Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno, che sabato 15 febbraio, alle ore 18, nella prima giornata del girone di ritorno, sarà a...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante