Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

Top & Flop Serie A Giornata 31

06/04/2016

TOP

3° - UDINESE
4 punti in 2 giornate per l’Udinese che, con Gigi De Canio alla guida, sembra aver cambiato rotta e dirigersi più speditamente verso la salvezza. Tanto più che questi 4 punti sono arrivati grazie a un pareggio, contro il Sassuolo, in trasferta, la scorsa giornata, e ad una prestigiosa vittoria, tra le mura amiche, contro il Napoli, nell’ultima di campionato. Proprio contro i partenopei si è vista la migliore Udinese della stagione, una squadra aggressiva e ben messa in campo, che ha dominato contro la seconda forza del campionato, imponendosi per 3 a 1. Adesso i punti in classifica sono 34 e, grazie anche alle sconfitte di Palermo e Carpi, la zona calda è lontana 6 lunghezze.

2° - ROMA
Quest’anno la capitale è solo giallorossa. Garcia o Spalletti, il risultato non cambia, vittoria della Roma anche questa volta. Dopo solo 15 minuti è la lupa ad aprire le danze con il gol di El Shaarawy. Il risultato resta lo stesso per tutta la prima frazione di gioco, poi nel secondo tempo, al 64’, Dzeko rincara la dose, trovando il suo secondo gol nei derby, era andato a segno anche nella gara di andata, e ottavo sigillo stagionale. Al 75’ la Lazio accorcia le distanze con Parolo, ma resta solo un’illusione quella di riaprire il match, dopo 8 minuti torna a segnare la Roma con Florenzi, e all’87’ chiude il match Diego Perotti. Una vittoria che vale doppio perché permette ai giallorossi di tornare ad accorciare sul Napoli, adesso a soli 4 punti di distanza, e riaprire la lotta per il secondo posto.

1° - JUVENTUS
Mentre il Napoli viene fermato dall’Udinese, la Juve resta inarrestabile. Anche l’Empoli non ha potuto niente contro la corazzata bianconera. Allo Juventus Stadium, per tutto il primo tempo si è vista una bella partita, molto equilibrata, nonostante l’enorme differenza di tasso tecnico, l’Empoli di Giampaolo è una squadra che gioca bene a calcio, e l’ha fatto vedere, impensierendo Buffon in un paio di occasioni. Proprio sul finire del primo tempo, però, è arrivato il gol dei bianconeri, a segnarlo è stato Mario Mandzukic su un delizioso assist di Pogba. Game, set e match, si potrebbe dire visto che nel secondo tempo l’Empoli ha tentato di pareggiarla, ma non ha potuto niente contro quella che è la miglior difesa d’Italia, con soli 16 gol subiti finora. 20ª vittoria su 21 gare e la Juve vola a +6 dal Napoli, 7 partite ancora da disputare, ma con un ruolino di marcia così nessuno riesce a stare dietro alla Signora.

FLOP

3° - MILAN
Un’altra stagione fatta di luci, poche, e ombre, tante, anche troppe, per il Milan. La società ha voluto puntare su un generale di ferro come Mihajlovic e una dispendiosa campagna acquisti per poter ripartire e tornare grandi. Ma anche quest’anno qualcosa non è andato, in primis, il feeling tra il presidentissimo Berlusconi e l’allenatore serbo, chiamato a raggiungere risultati che probabilmente con la rosa a disposizione, poco competitiva nonostante i nomi arrivati, sarebbero difficilmente perseguibili da qualsiasi allenatore. Nonostante l’arrivo in finale di Coppa Italia, favorito da un tabellone tutt’altro che difficile, che permetterà ai rossoneri di giocare in Europa League il prossimo anno, il campionato è ormai un discorso chiuso. Questa giornata è arrivata un’altra sconfitta, contro l’Atalanta, e l’ennesima deludente prestazione. Da salvare resta il sesto posto insidiato dal Sassuolo.

2° - LAZIO
Altro derby perso, subendo 4 reti dagli odiati cugini, e stagione praticamente chiusa per la Lazio, che non salva neanche la faccia. La squadra di Pioli è stata la brutta copia di quella dello scorso anno che riuscì a conquistare il terzo posto e i preliminari di Champions. Proprio i preliminari persi hanno aperto quest’anno pieno di delusioni, e contestazioni, per i tifosi laziali. Ad essere preso di mira, come sempre, è il presidente Lotito, accusato di non spendere soldi per migliorare la squadra. Intanto Pioli è stato esonerato e in queste ultime 7 gare la panchina passa a Simone Inzaghi, a lui il compito di rendere meno amaro questo finale di campionato.

1° - NAPOLI
Il Napoli perde la partita e la testa ad Udine, completamente soggiogato dalla squadra di De Canio. Partenopei apparsi stanchi, colpa probabilmente dei tanti giocatori impegnati in settimana con le rispettive nazionali, e confusi, non riuscendo a giocare il proprio calcio, merito anche dell’Udinese, schierata benissimo in campo. Alla fine è arrivata anche la beffa con l’espulsione di Higuain. L’argentino si prende la seconda ammonizione e il rosso, dopo aver reagito ad un calcio di Felipe non sanzionato, e va su tutte le furie, se la prende con il direttore di gara, devono intervenire i suoi compagni per calmarlo e portarlo negli spogliatoi. Un pipita frustrato, in lacrime, che vede allontanarsi il sogno scudetto e anche il record di reti in serie A, viste le 4 giornate di squalifica sanzionategli dal giudice sportivo.

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Salernitana, Primavera: le dichiarazioni di mister Rizzolo

La Salernitana Primavera torna con un buon punto da Trapani, grazie all’1-1 in casa della seconda forza del campionato. Le dichiarazioni di mister Rizzolo.
Primavera,...

Todis Salerno ’92, riecco il successo: espugnata Potenza alla prima di Russo

La Todis Salerno ’92 torna alla vittoria nel giorno dell’esordio in panchina del nuovo allenatore, Aldo Russo.
Russo: “Grande disponibilità di tutta la...

Qui Chievo, Marcolini: "Tutti noi affrontiamo la Salernitana"

Monday night per il Chievo Verona, che sarà impegnato lunedì contro la Salernitana. E' però tempo di conferenza stampa, con mister Michele Marcolini che...

La Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno sconfitta a Brescia

Come da pronostico la Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno sabato sera esce sconfitta dal campo dell’AN Brescia nella gara valevole per la prima giornata di ritorno del...

#Salernitana100: 15 febbraio 1920-15 febbraio 2020

Il 15 febbraio del 1920 la Salernitana disputava la sua prima gara ufficiale in trasferta sul campo dello Stabia, vinta 1-0 grazie al gol di Aliberti al 75′.
A 100 anni...

Qui Chievo, Segre: "Più concreti che a inizio stagione, vogliamo la Serie A"

Il centrocampista del Chievo Jacopo Segre ha parlato dalle colonne del Corriere Veneto della sua stagione da stakanovista, il più giovane della Serie B, con 23 gare su 23...

Aldo Russo è il nuovo allenatore della Todis Salerno ‘92

Sarà Aldo Russo l’allenatore della Todis Salerno ’92, in sostituzione di Andrea Forgione. Il nuovo coach guiderà le granatine a partire da domani...

La Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno al giro di boa del campionato

Seconda trasferta consecutiva per la Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno, che sabato 15 febbraio, alle ore 18, nella prima giornata del girone di ritorno, sarà a...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante