Informativa per la privacy del visitatore:

Questo sito e gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie sia tecnici che di profilazione, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'apposita policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Ho capito, non mostrare più questo banner.

Perchè vedo questo banner?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su Salerno e provincia? basta un click!

Misterstudent.tv

login

Nuvole d'arte Pagine di Napoli: quando il fumetto racconta la città del sole

29/04/2016

“Non sono italiana, sono napoletana! È un’altra cosa!”. Così parlava Sofia Loren in una delle sue interviste più famose. Aveva ragione, ha ragione.
Domenica sera, verso le 19:30, scendo dal treno metropolitano e, mentre aspetto il regionale Napoli – Salerno alla stazione centrale, decido di uscire a prendere un po’ d’aria…e la vedo.
Una piazza grandissima, mangiata dai cantieri che ne occupano la metà, piloni di cemento che sembrano essere lì da sempre. Tutto intorno cartelloni pubblicitari che gridano dalla cima dei palazzoni, e marciapiedi troppo stretti, e vecchie insegne di negozi e bar.
E’ piazza Garibaldi, l’avrò vista mille, ma questa è diversa. Ha da poco smesso il temporale, e il cielo si sta aprendo. I raggi del sole ormai mezzo nascosto tra i palazzi, al tramonto, battono sull’asfalto bagnato, restituendo un riflesso arancione all’ambiente tutto intorno. L’aria è fresca, pulita, e le auto che passano veloci si lasciano dietro una scia d’acqua come i gabbiani quando si alzano in volo sul mare.
La vista è, in fondo, un senso passivo. La luce colpisce la retina che genera a sua volta un fascio che invia alla pupilla l’immagine catturata dal mondo esterno. Non possiamo influenzare tale processo, dirigiamo gli occhi verso un punto e quello ci arriva per come è fatto.
Ma io, mentre gli altoparlanti annunciavano l’arrivo di uno dei tanti treni da chissà quale parte del paese, quella piazza non l’ho vista, l’ho guardata, e anche quella è un’altra cosa.
L’ho guardata, e ho capito cosa voleva dire Sofia, e cosa volevano dire Goethe, Melville, Rossellini e Mastroianni. Lì, di fronte a me, c’era un mondo intero, e lo è sempre stato, dai tempi di Parthenope e Neapolis, passando per il Regno Borbonico fino a Maradona.
L’hanno cantata, ne hanno scritto, l’hanno immortalata, ne hanno raccontato la storia e il modo di vivere, consegnandola all’eternità. Alcuni di loro ci sono nati, altri ci sono arrivati più o meno per caso, alcuni ci sono appena passati, il tempo di un giorno, di una notte, o di poche ore, e non l’hanno più dimenticata.
Anche il fumetto l’ha raccontata Napoli, molte più volte di quello che si potrebbe pensar, e se tutti conosciamo la casa di Amelia che Carl Barks (ispirantosi proprio a Sofia Loren per disegnarne l’aspetto fisico) pose alle pendici del Vesuvio, che non sappiamo sui libri di geografia che vendono in Kentucky, ma su tutti gli altri domina la metropoli del Sud, tanto bello quanto minaccioso e distruttore, e che tante volte ha fatto da scena alle avventure dei Paperi, e abbiamo ancora in mente la recente storia di “Julia” con le corse tra i vicoli cittadini, forse non tutti ricorderanno “La mafia non perdona” e “Morire a Capri”.
Anno 1981, entrambe vedono protagonista “Mister No”, per gli amici Jerry Drake, ex pilota ritiratosi dall’esercito e fuggito in Brasile, in una doppia storia che parte da una triste canzone suonata in una taverna di Manaus, che riporta alla mente del soldato un’avventura vissuta nel golfo, e disegna lo splendido contrasto tra la bellezza e le difficoltà di questa terra.
Qualche tempo dopo è la volta di Martin Mystere di fare un salto in zona (“Il segreto di Pulcinella” e “La smorfia napoletana”, numeri 140 e 141), per indagare su un’antica pergamena rinvenuta negli scavi archeologici dell’antica Pompei e capitata nelle mani sbagliate. Questa volta è l’aspetto misterioso di Napoli a farla da protagonista, e lo sarà ancora di più nei numeri 53 e 160 di Dampyr. Il primo, intitolato “I misteri di Napoli”, vedrà il cacciatore di vampiri e la sua squadra alle prese con le presenze che si aggirano di notte per la città, mentre il più recente “La monaca” prende spunto da una leggenda metropolitana legata al fantasma di una suora separata a forza dal suo amato che cerca vendetta.
Storie di gente che arriva, come Helena Bertinelli, nata a Gotham City da padre italoamericano, che da adulta si ribella alla sua famiglia mafiosa e si trasferisce nel capoluogo Campano dove, nei panni della “Cacciatrice”, combatterà la criminalità nella serie DC Comics “Huntress”, e di napoletani che vanno via portando un po’ di Napoli nel mondo, come Gennaro Esposito, capitato nel Nevada, che conoscerà e diventerà amico di Capitan Miki.
Tantissime storie, o una sola, che va avanti da più di mezzo secolo, tra l’ottava arte e la città del Comicon, che racconta dei mille aspetti di un mondo di canzoni e grida di bambini che sorge tra un vulcano e il mare.
Lo avrete già letto, quest’anno la fiera ha battuto ogni record. Ce ne siamo accorti dalla chilometrica fila che abbiamo dovuto sopportare per due giorni, ma alla fine ce l’abbiamo fatta, eravamo li anche noi.
Sotto troverete la prima parte dello speciale da noi realizzato con l’ intervista a Claudio Chiaverotti, con Morgan Lost e tanto altro, e un anticipo dell’epocale scontro Capitan America – Iron Man. Grazie a tutti quelli che sono stati così disponibili, e buona visione a voi.

 

 

https://www.youtube.com/watch?v=jn4modBoy28 ;- Presentazione

https://www.youtube.com/watch?v=AVF7Y2qFjbA - Intervista a Claudio Chiaverotti (autorte Morgan Lost e Brandon)

https://www.youtube.com/watch?v=8ed55LX6Lno&feature=youtu.be - Intervista Cosplayer Parte 1

 

Rimani aggiornato:

Se vuoi essere tempestivamente aggiornato su quello che succede a Salerno e provincia, la pagina facebook di Misterstudent pubblica minuto per minuto notizie fresche sulla tua home.

Altri articoli recenti

Lo chef stellato Domenico Iavarone ospite al secondo appuntamento della rassegna “5 Senses Dinner”

Il Via Porto Bistrot di Salerno diventa nuovamente palcoscenico di una cena indimenticabile organizzata in occasione della rassegna “5 Senses Dinner” in cui chef...

La stylist Valentina D’Alessandro trasforma Seta atelier in una passerella fatata

Moda, magia e bellezza, saranno questi gli ingredienti del trunk show dell’atelier Seta in cui bellissime modelle sfileranno per presentare i dieci splendidi abiti della...

Il celebre comico televisivo Carmine Faraco ospite alla serata della ANC Salerno

Si terrà venerdì 11 ottobre, presso il Salone dei Genovesi della Camera di Commercio di Salerno, il convegno "La salvaguardia della continuità aziendale ed...

Lo chef stellato Paolo Gramaglia alla rassegna “5 Senses Dinner” di Via Porto Bistrot

E’ tutto pronto per il taglio del nastro della prima edizione di “5 Senses Dinner” organizzata dal “Via Porto Bistrot” di Salerno in cui suoni,...

L’attore Vinicio Marchioni al TEDxSalerno 2019

Il TEDxSalerno torna più prorompente che mai per l’edizione 2019 e giura di essere ancora più esplosivo dello scorso anno grazie a una nuova location, nuovi...

TEDx Salerno 2019: apre la vendita dei ticket per l’edizione “Anomalie”

Dopo la prima edizione dello scorso anno che ha registrato picchi di interesse notevoli, torna in scena l’edizione 2019 del TEDxSalerno organizzata da Wires, associazione...

L’Associazione Nazionale Commercialisti Salerno aderisce allo sciopero nazionale dei commercialisti di tutta Italia.

Anche l’Associazione Nazionale Commercialisti Salerno decide di aderire e partecipare allo sciopero nazionale annunciato dai sindacati dei commercialisti di tutta Italia...

Al cinema dal 18 luglio "Passpartù - Operazione Doppiozero" di Lucio Bastolla con Veronica Maya

Arriva al cinema dal 18 luglio, “Passpartu’ - Operazione Doppiozero” la divertente commedia di Lucio Bastolla che vede in un cast corale...
Contatti

Misterstudent è una testata giornalistica registrata - Registrazione del Tribunale di Salerno n.1910 del 25 ottobre 2011

Realizzazione grafica e tecnica a cura di Vincenzo Vigilante